Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Mondolfo tira un respiro di sollievo: per Armando Ciaschini il pericolo è scampato

Il 67enne era rimasto vittima di un brutto incidente domestico lo scorso 28 settembre: un volo di sei metri in cui aveva riportato svariati traumi

L'ospedale Santa Croce a Fano
L'ospedale Santa Croce a Fano

MONDOLFO – Gli abitanti di Mondolfo possono tirare un respiro di sollievo: Armando Ciaschini, 67enne rimasto vittima di un brutto incidente domestico lo scorso 28 settembre, è fuori pericolo. A raccontarlo attraverso i social dal Santa Croce di Fano, è il diretto interessato che rassicura i tantissimi concittadini che in questo mese si sono stretti intorno a lui per dimostrare il loro affetto.

L’uomo era rimasto vittima di una bruttissima caduta proprio nella sua abitazione in via Respighi mentre stava svolgendo alcune operazioni di manutenzione del tetto. Un volo di circa sei metri che aveva lasciato presagire il peggio; sul posto era stato chiesto l’immediato intervento del 118 che aveva optato per il trasferimento in eliambulanza del ferito all’ospedale regionale di Torrette dove era stato intubato.

Nella caduta infatti aveva riportato la frattura del bacino, della spalla e di alcune costole. Proprio quest’ultima aveva allungato i tempi di risveglio dal coma farmacologico a cui Ciaschini era stato indotto per alleviare il dolore dei traumi riportati. Ora, dopo oltre tre settimane di terapia intensiva, gradualmente il 67enne ha ripreso conoscenza e prosegue il delicato percorso di guarigione.

Armando è molto conosciuto sia per la sua militanza politica, sia per il suo impegno nell’ambito del volontariato e nel tessuto associativo locale. Una belle notizia, quella della sua ripresa, che in parte mitiga il dolore per un altro lutto che ha colpito negli ultimi giorni la cittadinanza di Mondolfo, quella per la scomparsa di don Aldemiro Giuliani.

© riproduzione riservata