Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Marco Lanzi confermato alla guida del Siulp Pesaro, sindacato di polizia. «Attenzione alla carenza di organici e alle baby gang»

Il segretario ha affrontato vari temi tra cui anche quello della nuova questura di Pesaro da collocare nella caserma

Marco Lanzi durante il congresso del Siulp

PESARO – Marco Lanzi confermato alla guida del Siulp, sindacato di Polizia. Tra i temi quello delle nuove emergenze della sicurezza come le baby gang, la carenza di organici e i flussi migratori.

Oggi 9 giugno, nella sede della Confcommercio di Pesaro, si è celebrato il IX Congresso Provinciale SIULP.

Nel corso della sua relazione introduttiva il segretario provinciale SIULP ha affrontato varie tematiche legate alla sicurezza sia di livello nazionale che locale.
In particolare, è stato evidenziato come da oggi sino al 2025 ben 80 Operatori di Polizia della nostra provincia andranno in pensione per limiti di età, a fronte di una carenza degli organici attuale che già conta 94 persone in meno. «Una situazione drammatica che inciderà pesantemente sulla sicurezza del nostro territorio – ha rilevato Lanzi – il fenomeno “Baby gang” è una vera emergenza. Troppo spesso degli adolescenti riescono a mettere sotto scacco l’apparato sicurezza di un quartiere. Serve una legislazione efficace»

È stata evidenziata l’attività concreta che il SIULP Pesaro, già da sei anni, sta promuovendo in tutte le scuole della provincia per cercare di trasmettere ai giovani modelli comportamentali positivi, valori e principi che permettano loro di agire nella vita reale e virtuale nel pieno rispetto degli altri e di sé stessi.
Inoltre, rispetto al recente proclama del Sindaco sulla Nuova Questura da collocare nella Caserma del 28° Pavia, è stato sottolineato come non esista ancora nessun progetto definitivo e che, allo stato attuale, dei 6000 metri quadri necessari ce ne siano disponibili solo 4000.
Come componenti del Direttivo sono stati eletti: Marco Lanzi, Felicia D’Ascanio, Angela De Riso, Giancarlo Dimatera, Cristian Wirth, Alessandro Lombardi, Francesco Vetri, Andrea Bozzelli, Luca Del Papa, Mauro Simoncelli, Giancarlo Pizzano, Nicola Sacco, Lorenzo Scardacchi, Paolo Schifano, Massimo Regoli.