Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Marcelinho conferma con l’Italservice: «Grazie alla società e alla famiglia Pizza»

Il bomber del Pesaro firma per un’altra stagione. Memorabile il suo gol-scudetto lo scorso anno e anche per questo amatissimo dai tifosi biancorossi. E arriva anche Serfilippi per il vivaio

Marcelinho esulta nella finale scudetto con l'Acqua&Sapone

«Sono felicissimo di restare un altro anno a una delle società più serie e corrette in Italia. Ringrazio tutta la società e la famiglia Pizza che dalla prima stagione mi ha sempre trattato bene. Pesaro è la società e la città giusta per me, mi ha fatto crescere come atleta e mi fa star bene. E non vedo l’ora di ripagare questa ulteriore fiducia sul campo». Queste le dichiarazioni di Marcelo Padilha Goncalves, da tutti però conosciuto come Marcelinho. O, ancora, macchina da gol.

Dichiarazioni che arrivano un paio di giorni dopo l’annuncio del rinnovo con l’Italservice anche per la stagione 2020-2021. A dire il vero, però non si tratta di un vero e proprio rinnovo, ma più che altro di una conferma, un passaggio burocratico, dal momento che il pivot lo scorso anno aveva già concordato un contratto biennale. L’ulteriore sigillo però mette nero su bianco una cosa: l’Italservice ha voluto blindare Marcelinho, colui che poco più di un anno fa segnò quel gol pesantissimo in Abruzzo che valse il tricolore. Uno dei giocatori più amati dai tifosi per le sue tantissime reti (15 quest’anno prima dello stop e 21 la stagione scorsa), uno che non molla mai e che sa trascinare i compagni. Insomma, anche la prossima stagione gli appassionati di futsal potranno ammirare le sue magie al Pala Nino Pizza.

C’è però anche chi fa le valigie ed è Marcus Gava, arrivato l’estate scorsa e ora accasatosi al Chomburi, compagine thailandese. La società gli augura il meglio, così come fa gli auguri a un volto nuovo: Francesco Serfilippi. Lui è infatti il nuovo Responsabile del Settore Giovanile che affiancherà Daniele Ortolani nella gestione del vivaio. «Il passaggio all’Italservice è per me qualcosa di unico e sensazionale – dice Serfilippi –. Inizierò il lavoro a Pesaro appena il virus passerà, con una motivazione forte nel fare crescere il movimento Italservice a livello giovanile».