Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Palas, Cavalcaferrovia e tribunale, Lega Pesaro: «Cantieri lumaca, è questo il modello vantato da Ricci?»

I consiglieri hanno presentato tre interrogazioni sui nodi della città. «Sono mesi che assistiamo a stop dei lavori, vogliamo chiarezza»

I componenti della Lega Pesaro

PESARO – Cantieri “lumaca”. La Lega si scaglia contro l’amministrazione Ricci. «Sono mesi che a Pesaro assistiamo a cantieri lumaca che procedono a singhiozzo e al caos nella viabilità a causa di chiusure forzate delle strade. È questo il modello Pesaro più volte citato in tante situazioni? Vogliamo chiarezza su alcuni cantieri che a causa dell’inerzia con la quale questa amministrazione sta agendo, stanno diventando eterni. Per questa ragione abbiamo
presentato 3 interrogazioni in consiglio comunale».

I consiglieri comunali della riga Giovanni Dallasta, Andrea Marchionni, Dario Andreolli, Roberto Biagiotti, Francesco Totaro, hanno protocollato tre interrogazioni per fare luce e chiarezza su alcuni dei cantieri di Pesaro.

«In particolare abbiamo voluto fare chiarezza su tre situazioni specifiche, a cominciare da quello che sta avvenendo nella zona del Tribunale dove, a seguito del distacco di alcuni pannelli dalla parete del palazzo del tribunale con il conseguente posizionamento di barriere, è stata chiusa al traffico via San Decenzio. Questo blocco sta provocando profondi disagi nella viabilità della zona che risulta essere strategica per la viabilità dell’intero centro storico. Come possibile che una struttura costata oltre 6 milioni ed inaugurata nel 2006 continua a perdere pezzi mettendo a repentaglio la sicurezza dei passanti? Vorremmo tempi certi sulla risoluzione del problema e non abituarci all’idea di vedere transenne e barriere per i prossimi mesi».

Altro cantiere, altro nodo: «Sul ponte cavalcavia dei Cappuccini – continuano i consiglieri leghisti – i lavori stanno
diventando eterni. Il cantiere lumaca dura ormai da mesi e procede a singhiozzo e non lascia neanche intravedere la fine dei lavori e del restringimento della carreggiata. Troviamo inaccettabile tutto questo in considerazione del fatto che il ponte cavalcavia dei Cappuccini rappresenta uno snodo fondamentale per la viabilità cittadina e la lentezza dei lavori sta comportando enormi disagi nella viabilità e nella sicurezza per auto e ciclomotori. Vogliamo fare chiarezza su questo cantiere eterno e sapere non solo che cosa è stato fatto, ma anche che cosa si intende fare per accelerare i lavori per la messa in sicurezza del ponte dei Cappuccini, vogliamo conoscere inoltre se esiste un cronoprogramma degli interventi con date certe sulla fine dei lavori e sul ripristino della viabilità».

Ultimo caso, il blitz con la sospensione dei lavori al Palas. «Nella terza interrogazione abbiamo segnalato la nostra preoccupazione sull’ultimo episodio accaduto pochi giorni fa legato al cantiere del palazzetto dello sport di viale partigiani. Il blitz fatto dai carabinieri e dall’ispettorato del lavoro al cantiere ha fatto emergere anomalie legata
alla presenza di punteggi non in regola, a pozzi di chiusura con situazioni di pericolo. La sicurezza sul posto di lavoro e il rispetto delle norme previste dalla legge costituiscono un interesse primario per tutti, per i lavoratori e per la società nel suo insieme al fine di evitare infortuni e per questa ragione vogliamo sapere quali sono state tutte le infrazioni riscontrate nel cantiere e se l’amministrazione comunale, affidataria dei lavori, intende avviare azioni ed iniziative nei confronti delle dita coinvolte nelle violazioni. Riteniamo questo episodio molto grave e abbiamo il dovere di fare di tutto perchè ciò non si ripeta».