Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Insulti razzisti in Eccellenza, l’Urbino calcio: «Episodi deplorevoli, nessuno è intervenuto»

La società in un post su Facebook: «Molto grave nei nostri campi che si permetta un tale atteggiamento. Serviva una dura presa di posizione»

La panchina dell'Urbino Calcio, foto pagina Facebook

URBINO – Frasi razziste in una partita d’Eccellenza, l’Urbino Calcio denuncia l’episodio.

La prima partita di campionato finisce con una sconfitta e con tante recriminazioni. «Difficile giocare in 10 uomini per oltre 50 minuti, difficile giocare contro una terna arbitrale che ne ha combinate di tutti i colori – fanno sapere tramite il profilo Social della squadra – La ciliegina sulla torta è del signor Ercoli da Fermo quando non ha punito il portiere ospite per una frase razzista contro il nostro Kevin Pape, che tutto lo Stadio ha sentito, dopo un contrasto tra i due. Nessuno della terna arbitrale si è preso la responsabilità di intervenire per punire in maniera impeccabile il giocatore. Né la società Montefano Calcio con il suo staff tecnico e dirigenti ha preso dura posizione contro il proprio giocatore. E se queste cose non devono succedere in serie A non si capisce perché debbano succedere nel campionato di Eccellenza. Certamente questo grave episodio ha condizionato la gara: mister Montalti nell’occasione è stato espulso ma la partita si può dire ha avuto termine con tale episodio. Molto grave nei nostri campi che si permetta un tale atteggiamento da parte di un giocatore ma ancor di più da parte di una società che ha badato bene solo a portare a casa i tre punti. Ma la società Montefano ha perso una grande occasione per schierarsi contro questi deplorevoli episodi che nulla c’entrano con lo sport e con il calcio. Condanniamo a gran voce il gesto del portiere che non ha avuto la capacità di scusarsi con il nostro Kevin. Errare è umano perseverare è diabolico».