Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Green pass falsi: tra quelli sequestrati al medico di Marina di Ravenna anche certificati per pesaresi

Sono 107 i pass sequestrati a un medico di 64 anni di origine bolognese. I pazienti arrivavano da fuori provincia per ottenere i pass

PESARO – Green Pass falsi sequestrati, il medico di base li aveva “passati” anche a dei pazienti pesaresi. Nuova ondata di sequestri preventivi d’urgenza su altri 107 Green pass di pazienti vaccinati da un medico 64enne medico di base di origine bolognese.

L’uomo era stato arrestato il 10 novembre scorso dalla polizia a Marina di Ravenna, dove da tempo abita e lavora, con l’accusa di avere simulato vaccinazioni Pfizer per fare ottenere i certificati verdi a decine di no vax giunti apposta anche da città molto distanti.

Non a caso dunque i nuovi sequestri riguarderanno diversi pazienti giunti da altre province: nella lista figurano ad esempio Bologna, Belluno, Torino, Milano, Udine, Venezia, Modena, Monza-Brianza, Forlì-Cesena, la Spezia, Parma, Perugia, Firenze e Pesaro. Ma ci sono anche pazienti ravennati i quali, pur non figurando nella lista degli assistiti dal medico, si erano espressamente rivolti a lui per le dosi di vaccino senza optare per il proprio medico di base o per un hub vaccinale.