Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Gabicce, picchiò l’allenatore della squadra avversaria: Daspo di due anni per il papà di un baby calciatore

È questa la decisione del Questore di Pesaro e Urbino nei riguardi dell’uomo che, durante una partita di calcio della categoria Esordienti Under 14, aveva aggredito l’allenatore della squadra avversaria

GABICCE – Divieto di accedere alle manifestazioni sportive per i prossimi due anni. È questa la decisione del Questore di Pesaro e Urbino nei riguardi dell’uomo che, durante una partita di calcio della categoria Esordienti Under 14 valevole per il Torneo Regins Pasqua Football Cup, era sceso in campo ad aveva aggredito l’allenatore della squadra avversaria rispetto alla compagine dove giocava il figlio.

I fatti risalgono allo scorso 18 aprile presso il Campo Sportivo di Gabicce Mare durante il match tra Accademia Calcio Asd Terni e la Polisportiva Ponte di Nona di Roma.

L’uomo, padre di un 12enne che militava nella formazione laziale, per futili motivi legati alla partita in corso, aveva scavalcato la recinzione del campo e, avvicinatosi all’allenatore della squadra ternana Francesco Latini, di 33 anni, lo aveva colpito con un pugno in faccia; una volta a terra, era tornato a colpirlo con un calcio alla schiena, provocandogli una lesione ad un rene.

A seguito dell’intervento di un agente della polizia di Stato che, libero dal servizio si trovava sul posto, e degli approfondimenti effettuati dal personale dell’Arma carabinieri, è stato possibile ricostruire gli accadimenti ed identificare il presunto autore dell’aggressione.

La vicenda, finita alla ribalta dei media nazionali, aveva innescato indignazione e rabbia: tanti coloro, tra cui il Sindaco di Gabicce, che avevano condannato aspramente la vicenda. Ora, a distanza di meno di 10 giorni, è arrivata la decisione del Questore.