Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Fossombrone, lotta allo spaccio: la questura chiude un bar del centro storico per 10 giorni

L’indagine, denominata operazione “Bunker”, lo scorso 4 giugno era culminata con l’arresto di 7 individui ed il deferimento di altri 15 soggetti che rifornivano di droga l’intera Val Metauro

I carabinieri di Pesaro

FOSSOMBRONE – Noto locale del centro storico chiuso dalla questura di Pesaro e Urbino perchè usato come piazza dagli spacciatori. La sospensione dell’attività economica è la conseguenza di una lunga indagine svolta dai carabinieri della Compagnia di Fano e volta a smantellare una significativa rete di spaccio di stupefacenti.


L’indagine, denominata operazione “Bunker”, lo scorso 4 giugno era culminata con l’arresto di sette individui ed il deferimento di altri quindici soggetti che rifornivano di droga l’intera Val Metauro. A distanza di qualche mese è arrivata anche la sospensione di quello che era il luogo prediletto da parte dei pusher.

L’attività investigativa ha permesso infatti di acclarare come il locale in questione fosse frequentato in maniera non occasionale, oltre che dalla normale clientela, anche da persone dedite allo spaccio ed al consumo di sostanze stupefacenti che lo avevano scelto come vera e propria piazza di incontro.