Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Femminicidio di Gradara, il Pd: «Terribili commenti sui social, sradicare il fenomeno partendo dall’educazione»

Per i democrat pesaresi e la commissione donne elette i commenti rilasciati online segnalano «Tanta superficialità: serve una cultura del rispetto»

Il luogo del delitto a Fanano di Gradara

PESARO – Omicidio di Gradara, il Pd Pesaro esprime tutta la sua indignazione per un altro femminicidio. «Registriamo un’ennesima violenza sulle donne che ci tocca da vicino. Sono ancora le mura domestiche il tragico teatro di violenza familiare, un fenomeno molto diffuso ma purtroppo ancora in gran parte sottovalutato, che riguarda tutte le classi socio-culturali ed economiche, senza distinzioni di età, credo religioso o razza.
È in questo contesto che si cala il femminicidio di Fanano, il potere maschile, la rabbia omicida, il sesso ad ogni costo e per dovere coniugale senza possibilità di scelta e la cecità provocata dalla gelosia. Le indagini faranno il loro corso e restiamo garantisti, ma è la pochezza dei commenti sui social e la superficialità che preoccupa, a fronte di questo efferato femminicidio in una terra ricca di storia, cultura e amore come il territorio di Fanano di Gradara. E anche la stampa locale non dimostra il giusto rispetto e sensibilità nel pubblicare notizie così delicate che devono essere trattate con la massima discrezione».

Il Pd Pesaro cita alcuni commenti visti sui social. «Troppa differenza di età», «sposalizio di interesse», «vengono dall’ Est per sistemarsi», «è venuta meno all’obbligo coniugale», «se l’è cercata ingelosendolo», «se aveva dei sospetti sul tradimento col ristoratore qualcosa di vero ci sarà stato».

I democrat dicono: «Questi sono solo alcuni dei terribili commenti che si trovano sotto la notizia del terribile fatto.
Tanta strada ancora da fare per sradicare la “cultura del possesso” ed arrivare alla “cultura del rispetto” su cui ci stiamo impegnando come Partito Democratico anche a livello locale con politiche mirate, ripartendo dall’educazione. La Commissione consiliare Donne Elette, la Presidente dem Anna Maria Mattioli e il PD Pesaro esprimono solidarietà alla famiglia della vittima e condannano senza se e senza ma, il folle gesto femminicida».