Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

FanoFellini, la rassegna per celebrare il rapporto tra il regista e la città marchigiana

«Scommetto che sei di Fano»: il regista metteva in bocca questa battuta a Mastroianni ne "La dolce vita". E questa è solo una delle varie prove che testimonia il legame del maestro con Fano, che sarà celebrato con film ed eventi

Federico Fellini
Federico Fellini

FANO – In occasione del centenario della nascita di Federico Fellini, compiutosi il 20 gennaio scorso, Fano e la Regione Marche dedicano al grande regista romagnolo un ricco omaggio che metterà in luce il legame tra il maestro e la città marchigiana. L’iniziativa intitolata FanoFellini si terrà dal 4 al 9 agosto presso la bella Rocca Malatestiana.

«Scommetto che sei di Fano»: così Federico Fellini, con una battuta pronunciata da Marcello Mastroianni ne La dolce vita, menziona la città delle Marche che aveva avuto modo di conoscere. Il fratello Riccardo aveva frequentato il collegio dei Padri Carissimi e il padre Urbano si recava spesso a Fano per lavoro. Il rapporto tra Fellini e Fano è testimoniato da tanti documenti scritti dallo stesso regista, dai personaggi ricalcati su veri personaggi fanesi, così come dall’iniziale progetto di girare a Fano I vitelloni fino al mai realizzato Viaggio con Anita.

Fano, la Rocca Malatestiana
Fano, la Rocca Malatestiana

 «Fano è citata ne La dolce vita, uno dei film più iconici della storia del cinema, ma il rapporto di Fano con Fellini non si limita a questa pur già importante citazione: ha offerto al regista spunti preziosi che hanno contributo alla creazione del suo immaginario – dice Luca Caprara, uno dei promotori di FanoFellini -. La presenza di Fano affonda le radici nella giovinezza del regista e trova conferma in tante pagine da lui scritte, in tante delle sue conclamate bugie, in alcuni personaggi di altri suoi film, persino in progetti cinematografici da realizzare, in parte, a Fano o che avessero Fano come elemento narrativo. Declinato solamente così però questo rapporto rischierebbe di ridursi alla ricognizione un po’ autoreferenziale di un territorio rispetto a un grande artista. Invece l’omaggio che Fano ha deciso di fare a Fellini, in occasione del centenario dalla sua nascita, vuole essere il tentativo di far riemergere, attraverso cinema, musica, teatro e non solo, la memoria di un luogo e trasformarla oggi in un’emozione identitaria per una intera comunità».

Il logo di FanoFellini

«Siamo felici che anche la città di Fano possa celebrare i 100 anni della nascita del grande maestro Federico Fellini» così il sindaco di Fano Massimo Seri e l’assessore alla Cultura Caterina Del Bianco«Questo nuovo evento FanoFellini, in programma dal 4 al 9 agosto – aggiungono – trova la sua collocazione ideale all’interno del  contenitore culturale della Rocca Malatestiana. Un appuntamento che va ad arricchire il palinsesto dell’estate fanese e amplia l’offerta culturale per cittadini e turisti. Non si tratta solo di una settimana di cinema all’aperto, ma di un insieme di eventi collaterali quali presentazioni di libri,  incontri con ospiti e testimoni che hanno lavorato e collaborato con il regista. Prestigiose sono le collaborazioni attivate: con la Cineteca di Bologna, con il  CSC – Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, oltre al sostegno della Regione Marche. Un ringraziamento sentito a questo giovane e brillante gruppo di eccellenze fanesi che ha lavorato a lungo, regalando alla città di Fano una ricerca approfondita su Fellini e sulla nostra città».
 
«Ispirando e sostenendo con entusiasmo FanoFellini, – dichiara il vice-presidente del consiglio regionale Renato Claudio Minardi – la Regione Marche ha creduto fermamente in un importante recupero della memoria collettiva, tanto più significativo in quanto portato avanti da un gruppo di giovani appassionati operatori del mondo del cinema. Attraverso i numerosi riferimenti a Fano, presenti nei suoi film e nel suo immaginario, Fellini si è fatto interprete di quella terra “marchignola”, secondo la brillante definizione dello scrittore fanese Fabio Tombari, che esprime costumi, tradizioni e idiomi molto simili e che il regista riminese ha ben conosciuto e rappresentato».

Marcello Mastroianni e Federico Fellini


Le giornate di FanoFellini presenteranno un ricco palinsesto dove la programmazione cinematografica sarà affiancata da proposte musicali, incontri, ospiti, teatro e una mostra fotografica. La manifestazione sarà possibile grazie alla collaborazione di diverse realtà culturali e sociali del territorio, tra cui: Fano Jazz Network, TeatroLinguaggi, MEMO – Mediateca Montanari, Associazione Cante di Montevecchio.
 
L’iniziativa include anche una pubblicazione edita dalla casa editrice Aras Edizioni, frutto di una ricerca che la sua autrice Agnese Giacomoni ha portato avanti proprio per approfondire e documentare, attraverso immagini e testi storici, il legame tra Fellini e Fano.
 
FanoFellini è organizzata dall’associazione Laboratorio Geniale in collaborazione con il Comune di Fano – Assessorato alla Cultura, con il sostegno e il contributo della Regione Marche, la collaborazione della Cineteca di Bologna e del CSC – Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma. Main Sponsor di FanoFellini è Must Espresso Italiano, giovane torrefazione di Fano. FanoFellini rientra ufficialmente nel calendario delle celebrazioni nazionali di Fellini100, di cui ha il patrocinio riconosciuto dal Ministero dei Beni Culturali.