Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

A Fano torna lo Znort, il festival del fumetto con una serata autoprodotta per raccogliere fondi

L’appuntamento è per venerdì 23 luglio all’Officina Amaranta di Fano con una "Serata Autoprodotta" pensata per ricominciare a parlare di fumetto, ascoltare buona musica e magari raccogliere fondi per la terza edizione che si terrà a fine agosto

Torna Znort: tre giorni nel segno del fumetto
Torna Znort: tre giorni nel segno del fumetto

FANO – Torna a Fano anche per l’estate 2021 lo ‘Znort’, il festival fanese del fumetto. La rassegna fa suo il motto ‘non c’è due senza tre’ e scalda i motori e si prepara ad una prima scoppiettante per la serata. Una rassegna che, nonostante sia ancora giovane, vanta già un gruppo di affezionatissimi a testimonianza di come il mondo dei comics si stia ritagliando sempre più un suo spazio nel mondo delle arti figurative non solo nel panorama fanese, ma anche su scala nazionale.

Sono gli autori stessi, giovani talenti provenienti da tutta Italia, a richiedere a gran voce che la grande avventura dello Znort – nato da un’idea del fumettista e illustratore Simone Pontieri, in arte Nigraz – possa proseguire. E allora eccolo il primo evento in programma.

L’appuntamento è per venerdì 23 luglio all’Officina Amaranta di Fano, in viale Piceno 139/i, con una ‘Serata Autoprodotta’ pensata per ricominciare a parlare di fumetto, ascoltare buona musica e magari raccogliere fondi – grazie alla formula del crowdfunding – per dare concretezza all’imminente terza edizione.

Torna lo ‘Znort’, il festival fanese del fumetto
Torna lo ‘Znort’, il festival fanese del fumetto

Fanzine, autori, presentazioni e birra: ecco cosa dovremo aspettarci a partire dalle 18 30. Si comincerà con una tavola rotonda ‘a tema distopico’, che vedrà lo stesso Pontieri dialogare con Pierz, Moro, Samuele Canestrari, Mattia Valentini e Benedetta Evangelisti. Sono tutti giovani disegnatori della provincia di Pesaro Urbino, a cui si aggiunge Tommygun Moretti, del maceratese ma già di casa, essendo stato il grande ospite della scorsa edizione. Insieme – in modo informale e tutt’altro che strutturato – discuteranno delle nuove sfide degli autori di oggi, alle prese con la crisi del settore e una grande voglia di vivere di fumetto. Poi toccherà alla musica. Si comincerà con il concerto rock del trio Schoolbus Driver, a cui seguiranno la voce e la chitarra acustica di Don Juan.

A fine agosto gli eventi clou della manifestazione. Non solo banchetti, presentazioni e firmacopie – come di consueto al Bastione Sangallo -, ma anche mostre e workshop con Francesco Cattani, autore ‘sedotto’ dal festival che ha voluto offrire tutta la sua collaborazione. In programma a settembre anche un vero e proprio ‘Corso di sopravvivenza al fumetto’, tre giorni di workshop – in compagnia di quattro grandi autori – in una location esclusiva con tanto di piscina. Il costume da bagno è d’obbligo.