Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Fano, si rischiano nuove misure restrittive. Seri: «Molti non sono ancora pronti all’allentamento»

Persone in giro senza mascherine, come se la pandemia fosse finita. Il sindaco: «Stiamo sinceramente pensando di adottare provvedimenti più stringenti per il prossimo fine settimana»

Massimo Seri
Massimo Seri

FANO – Persone in giro senza mascherine, senza il distanziamento sociale, quasi che l’emergenza pandemica degli ultimi mesi non ci sia mai stata. È questa la sconfortante fotografia emersa dall’ultimo weekend di maggio a Fano e non solo.

Il centro storico e la zona mare apparivano affollate quasi che la minaccia Covid-19 sia andata definitivamente in archivio. Una percezione erronea, frutto magari del basso tasso di contagi degli ultimi giorni, che però restituisce un dato non poco allarmante: secondo il Gores il 75% dei nuovi casi segnalati riguarda gli under 35.

Il comportamento generale a dir poco irresponsabile non è passato inosservato al primo cittadino di Fano Massimo Seri che già palesa la possibilità di nuove misure restrittive. «Il weekend trascorso mi ha fatto capire che forse molti di noi non sono ancora pronti a questo tipo di allentamento – dice il sindaco -. Assembramenti davanti ai locali, tanta gente senza mascherina e senza distanza di sicurezza. Stiamo sinceramente pensando di adottare provvedimenti più stringenti per quanto riguarda il prossimo fine settimana. Nelle prossime ore, assieme agli altri sindaci del territorio, con i quali condivido le stesse preoccupazioni, ci incontreremo con il Prefetto per valutare azioni da adottare nell’immediato. Preoccupazione che deriva anche dai dati dei pochi positivi di questi giorni, quasi tutti under 35. Mi appello ancora una volta al vostro senso di responsabilità. In questo momento non possiamo assolutamente rischiare di fare passi indietro e se saremo costretti a prendere precauzioni, non esiteremo a farlo».