Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Fano, ladri seriali inseguiti dalla Polizia ed arrestati: rinvenuta merce per 15mila euro

Si tratta di una banda organizzata dedita a furti nei negozi di abbigliamento che aveva scelto come propria base Rimini: colpi anche a Pesaro e Fano. Sequestrata merce per 15mila euro e diversi strumenti usati per aggirare i sistemi antifurto

I controlli della Polizia
Controlli della polizia

FANO – Ladri seriali inseguiti dalla Polizia ed arrestati: due denunciati per ricettazione ed un terzo elemento potrebbe essere identificato entro le prossime ore. È questo il bilancio dell’operazione condotta dagli agenti del Commissariato fanese nelle ultime ore.

Tutto era iniziato con dei controlli speciali rivolti a coloro a cui risultavano intestate decine di automobili; vetture possedute legalmente ma che spesso vengono usate per compiere reati di tipo predatorio e per potersi dileguarsi in maniera facilitata.

Proprio una di queste auto sospette, una Fiat Croma nuovo modello, in transito più volte nell’arco di una giornata nei pressi dello svincolo autostradale di Fano, ha attirato l’attenzione della Polizia che si è messa alle sue calcagna fino alle porte di Pesaro, dove l’hanno bloccata, trovando nel bagagliaio una prima parte della merce risultata rubata.

Un inseguimento vero e proprio che ha portato in carcere con l’accusa di ricettazione a Villa Fastiggi un milanese di 55 anni, origini peruviane ed una ecuadoregna poco più che ventenne, in stato interessante, denunciata per lo stesso reato ma ora in libertà. Un terzo sudamericano si sarebbe gettato fuori dall’abitacolo del mezzo durante la fuga. Una scelta pericolosa e probabilmente inutile: le forze dell’ordine lo hanno identificato ed entro le prossime ore potrebbero scattare le manette anche per lui.

Il terzetto originario, già sotto la lente d’ingrandimento dalle forze dell’ordine, si era stabilito da tempo nel milanese e, secondo il personale del Commissariato fanese, aveva scelto come propria base operativa un residence di Rimini.

Nell’appartamento è stato infatti recuperato un grosso quantitativo di merce risultato rubato: occhiali, t-shirt, scarpe da ginnastica, borsette e vestitini per neonati per un valore commerciale di circa 15mila euro, trafugata in negozi di Rimini, Pesaro e Fano.

All’interno dell’abitazione sono stati anche rinvenuti contanti, un paio di smagnetizzatori, attrezzi utilizzabili per strappare le etichette anti taccheggio, borse foderate con carta stagnola: tutti strumenti usati per aggirare i sistemi antifurto.