Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Fano sempre più ‘Grande Fratello’: installate 4 nuove telecamere in zona Lido

I 4 nuovi occhi elettronici avranno il compito di monitorare e garantire la massima sicurezza nel collegamento tra il centro ed il mare che lo scorso luglio è stato riqualificato grazie al contributo degli studenti del Liceo Artistico Apolloni

Telecamere in zona Lido
Telecamere in zona Lido

FANO – Prosegue il giro di vite per il contrasto degli atti vandalici. Ad essere particolarmente attenzionato dall’amministrazione fanese il sottopasso del Lido, teatro negli ultimi mesi di diversi blitz ai danni dei pannelli decorativi presenti. Il problema del vandalismo è una piaga con cui la Città della Fortuna deve fare i conti da tempo: purtroppo gli episodi segnalati riguardano tutta la città (gli ultimi in ordine di tempo quelli correlati al presepe e alle mura del Pincio).

«Come avevamo promesso, abbiamo installato le 4 telecamere per sorvegliare il sottopasso del Lido evitando che si ripetano gli atti vandalici che si sono verificati negli ultimi mesi» ha illustrato l’assessora Barbara Brunori. I nuovi 4 occhi elettronici avranno il compito di monitorare e garantire la massima sicurezza nel collegamento tra il centro ed il mare che lo scorso luglio è stato riqualificato grazie al contributo degli studenti del Liceo Artistico Apolloni.

«Abbiamo mantenuto la promessa – chiosa Barbara Brunori – con la quale avevamo annunciato di posizionare un sistema di videosorveglianza in questo sottopasso. Lo scorso luglio grazie alla collaborazione degli studenti del Liceo Apolloni, la città si è messa alla prova con questa riqualificazione urbana. Però i tre atti vandalici che si sono consumati successivamente hanno reso necessaria l’istallazione di una ausilio tecnologico per monitorare la sicurezza di questo punto di collegamento molto frequentato soprattutto in estate. Sono state posizionate due telecamere nei punti esterni, di cui una panoramica e roteante, mentre due occhi elettronici sono stati collocati nella parte sotterranea». Il costo complessivo è stato di 4.500€.