Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Fano, Far West al Pincio: risse tra minorenni, auto danneggiate e bottiglie rotte

Nella stessa zona la settimana scorsa era stato danneggiato il grande presepe di cartapesta. Manocchi: «Sicurezza, decoro e ordine pubblico rappresentano temi fondamentali a cui l'amministrazione comunale non può sottrarsi»

Scorcio di Fano
Scorcio di Fano

FANO – Siamo purtroppo alle solite: la zona del Pincio è stata di nuovo teatro di scene da Far west. I disordini si sono consumati nell’ultimo weekend: nella stessa zona la settimana precedente i vandali si erano accaniti in più occasioni contro il presepe di cartapesta realizzato dai maestri carristi.

I fatti più gravi hanno riguardato episodi di violenza tra bande di ragazzi, molti dei quali minorenni, che sarebbero venuti alle mani: baruffe senza conseguenze serie che non sono passate comunque inosservate ai residenti che lamentano la difficile convivenza con questi eccessi. Purtroppo a fare le spese dell’irruenza dei giovanissimi presenti sono state anche le vetture in sosta: diverse le segnalazioni riguardanti carrozzerie rigate, specchietti infranti e danni di vario genere. Ingente anche la quantità di vetri rotti a ridosso delle mura romane a dimostrazione di un precedente consumo alcolico.

Una situazione denunciata più volte dai residenti che non trova purtroppo rimedio neanche nell’abbondante presenza di occhi elettronici che sorvegliano la zona: i giovanissimi sembrano non preoccuparsi dell’eventualità di essere riconosciuti e perseguiti per i propri misfatti.

Al riguardo è intervenuta, attraverso i canali ufficiali social, Loretta Manocchi, Coordinatrice Fratelli d’Italia Fano: «Noi di Fratelli d’Italia Fano già da tempo segnaliamo che, alla luce di continue denunce da parte dei cittadini, la città versa nel più completo abbandono, lasciando così spazio al degrado ed al verificarsi di eventi davvero spiacevoli a discapito della sicurezza. Sono sempre più i cittadini che ci segnalano arrabbiati, sconfortati e soprattutto inascoltati detti episodi. Dopo aver segnalato nel mese di maggio quello che era sotto gli occhi di tutti in ordine ai furti ed ai vari episodi di violenza, schiamazzi e quant’altro verificatesi in vari quartieri della città, a distanza di mesi, torniamo su segnalazione dei cittadini, sul tema, laddove la situazione non è di certo migliorata e la mancanza di controlli, di vigilanza e di telecamere, hanno determinato continuamente l’insorgere di eventi malavitosi. La sicurezza, il decoro e l’ordine pubblico rappresentano temi fondamentali a cui l’amministrazione comunale non può sottrarsi o trattare con superficialità e sui quali deve intervenire».