Nuovo Citroen C5 Aircross Hybrid Plug-in
Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Fano, per 450 famiglie sconto del 100% sulla TARI

In forte aumento le richieste di aiuto al Comune, che per l'anno corrente metterà a disposizione 200 mila euro. Cucchiarini: «Un indicatore che certifica la difficoltà che il nostro tessuto sociale sta attraversando»

Accertamenti Tari
Accertamenti Tari

FANO – Sono 1350 le famiglie fanesi che hanno presentato domanda per la riduzione delle bollette sulla raccolta dei rifiuti. 450 sono le famiglie con un Isee inferiore a 10 mila euro che, con uno sconto del 100%, vedranno l’azzeramento della seconda e terza rata e il contributo per il pagamento già effettuato della prima.

Mentre 850 nuclei familiari che hanno un Isee inferiore a 18 mila euro, con uno sconto netto pari al 70 per cento dell’importo in fattura, vedranno l’azzeramento della seconda e terza rata.

Sara Cucchiarini
Sara Cucchiarini

«Rispetto allo scorso anno – afferma l’assessora ai tributi Sara Cucchiarini le domande che ci sono pervenute si sono quadruplicate. Un indicatore che certifica la difficoltà che il nostro tessuto sociale sta attraversando. In totale, qualora venissero accolte tutte le richieste, sono 200 mila euro che mettiamo a disposizione per questa misura. Siamo convinti che queste risorse rappresentano una boccata d’ossigeno per l’economia familiare di coloro che ne hanno fatto richiesta. Il momento non è per niente facile, tanto che il costo di gas ed energia elettrica renderà il prossimo inverno ancora più complicato dal punto di vista economico. Ora gli uffici di Aset e l’ufficio tributi del Comune stanno procedendo alla verifica della sussistenza dei requisiti dichiarati per accedere al contributo relativo al primo quadrimestre 2022 e/o all’azzeramento delle rate relative al secondo e terzo quadrimestre 2022. Per quanto riguarda le famiglie con Isee inferiore a 18 mila euro riceveranno semplicemente una bolletta con nessun importo da versare, mentre quelli con Isee inferiore a 10 mila euro riceveranno direttamente sul proprio Iban il rimborso della prima rata entro la fine di ottobre».