Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

A Fano un consiglio comunale «per l’eliminazione della violenza contro le donne»

Presentati anche gli eventi sul tema che si svolgeranno nei prossimi giorni. Seri: «Se c’è violenza non c’è amore, senza rispetto non c’è libertà»

Il sindaco Seri durante il consiglio comunale sulla “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”
Il sindaco Seri durante il consiglio comunale sulla “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”

FANO – Una seduta monotematica del consiglio comunale incentrata sulla violenza contro le donne. Un segnale forte da parte dell’Amministrazione di Fano che, nella giornata del 25 novembre dedicata proprio all’eliminazione della violenza contro le donne ha deciso di mettere ‘l’altra metà del cielo’ al centro delle sue priorità. (A questo link il video)

Ad inaugurare la seduta svoltasi nella mattinata odierna presso la Sala Verdi del Teatro della Fortuna,
è stata la Presidente del consiglio Carla Cecchetteli: «Educhiamo i giovani affinché la violenza non sia più una macchia della nostra società. Vogliamo coltivare una cultura che si fonda sul rispetto. L’educazione e la gentilezza devono essere fari in cui riconoscersi. Purtroppo, troppo spesso assistiamo ad eventi drammatici. C’è ancora molto da fare, ma solo puntando su un lavoro di rete tra tutti i protagonisti coinvolti per la tutela dell’individuo, possiamo prevenire in maniera tempestiva questi terribili episodi».

La seduta contro al violenza contro le donne
La seduta contro al violenza contro le donne

Il sindaco Seri invece ha posto l’accento sul ruolo della politica, il cui compito è di «declinare tutte le azioni per arginare gli abusi verso il genere femminile. Nella giornata internazionale contro la violenza sulle donne, ricordiamo che se c’è violenza non c’è amore, che senza rispetto non c’è libertà. Lottiamo contro ogni forma di morte e mortificazione del genere femminile. Partendo dal linguaggio, dall’educazione delle nuove generazioni, fino alla politica, il cui compito è quello di garantire protezione e parità di diritti».

Cristina Tedeschini, Procuratore della Repubblica di Pesaro Urbino ha invece sottolineato: «Sono molto onorata di essere qui. Mi fa piacere che ci siano tanti giovani che sensibilizzano questa lotta alla violenza. Si sta facendo tanto per uscire da questa spirale, ma purtroppo a livello normativo e legislativo ci sono dei vuoti che non tutelano la libertà della donna. Occorre intensificare l’impegno e continuare questa battaglia».

Sara Cucchiarini
Sara Cucchiarini

L’assessora alle Pari Opportunità Sara Cucchiarini ha ricordato le «numerose iniziative promosse intorno alla data del 25 novembre. E’ doveroso dire che in tutto il periodo dell’anno c’è molta attenzione verso questo tema. Il contrasto alla violenza è una priorità sostenuta oramai da diversi anni dalla nostra amministrazione. In questa edizione 2021 abbiamo inaugurato una panchina rossa che è stata donata e installata nel nuovo centro civico di Gimarra. Inoltre, ci sarà l’apertura del Pari Centro, un riferimento per intensificare il nostro impegno a favore della tutela dei diritti e del sostegno alle donne. Vanno menzionati due sit-in: il primo giovedì pomeriggio con “Insieme alle donne Afghane contro la violenza e a sostegno della libertà” promosso dall’associazione Donne in Nero di Fano, il secondo domenica 28 novembre alle 11 in Piazza XX settembre dal titolo “Uomini in ScarpeRosse” organizzato dall’associazione Teatro LaVanda. Domenica 28 novembre si chiude con il concerto di beneficienza “Tutt’altro genere” del duo Folksongs a favore dell’associazione Percorso Donna, promosso da AFI».

Il programma- degli eventi
Il programma- degli eventi

Tutti i presenti sono stati concordi sulla necessita di non abbassare la guardia e sul bisogno stringente di trasformare tutte le giornate in un unico grande momento dedicato a questa grande piaga sociale a cui neanche Fano è ovviamente esente: basti pensare i recenti interventi effettuati dalle autorità locali riguardanti casi di violenza domestica.