Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Fano, più di 500 firme contro i parcheggi a pagamento in zona Lido

Gli esponenti Udc Stefano Pollegioni e Davide Delvecchio hanno lanciato l'iniziativa: «Chiediamo al Sindaco Massimo Seri di ripensarci almeno per quest’anno»

La petizione lanciata dall'Udc: raccolta firme contro la sosta a pagamento
La petizione lanciata dall'Udc: raccolta firme contro la sosta a pagamento

FANO – Oltre 500 persone, tra residenti e commercianti, hanno espresso in questi giorni il proprio dissenso riguardo alla scelta dell’Amministrazione fanese di trasformare i parcheggi del lungo mare di Sassonia e Lido di Fano a pagamento.

Tanti i firmati della petizione promossa dall’Udc che, dopo aver annunciato l’iniziativa alcune settimane fa, sono passate ai fatti. Anche noi di CentroPagina avevamo raccolto il malumore dei cittadini su di un argomento delicato che non smette a far parlare di sé. Tante le voci della minoranza ((LegaForza Italia e Udc su tutte) si sono già levate negli ultimi tempi per contestare la scelta del comune che comunque, ad onore del vero, ha già attuato diverse strategie ad hoc per cercare di minimizzare i disagi di diverse categorie (per i residenti, gli operatori della pasca, per il clienti degli stabilimenti balneari, e ancora per gli ospiti delle strutture recettive)..

Stefano Pollegioni
Stefano Pollegioni

«Una battaglia organizzata dall’UDC fanese – riferisce Stefano Pollegioni e Davide Delvecchio – alla quale hanno partecipato la Lista Civica Nuova Fano con il suo Coordinatore Achille Cacace e il Popolo della Famiglia con il Responsabile Amadei. Siamo in totale disaccordo con questa decisione presa dall’Amministrazione comunale, in un momento difficile dove la pandemia del Covid-19 ha mietuto vittime anche negli ambienti del lavoro, delle attività economiche che devono essere aiutate con iniziative atte a favorire la ripresa e non certo il contrario. Questa Amministrazione, che si è lodata per aver avuto un disavanzo di bilancio virtuoso, invece di utilizzare quei soldi per andare incontro ai cittadini e alle attività lavorative ha deciso di aggiungere una ulteriore tassa per fare cassa».

Davide Delvecchio
Davide Delvecchio

La richiesta dei rappresentanti Udc è molto chiara: tornare sui propri passi e tornare alla sosta libera per la stagione estiva 2021: «Chiediamo al Sindaco Massimo Seri di ripensarci almeno per quest’anno e di rivedere, per gli anni futuri, insieme ai cittadini, residenti e agli esercenti della zona mare, il progetto parcheggi a pagamento con azioni atte ad andare incontro e non ad aggiungere ulteriori difficoltà. Non condividiamo le soluzioni prese, solo per alcuni, servite all’assessore Tonelli per salire sul palco e ricevere applausi di aggiustamento pensando di silenziare e ammorbidire la protesta».

E concludono: «Forse i nostri amministratori invece di essere troppo chiusi nelle loro stanze dovrebbero uscire fuori e stare tra la gente, capirebbero di più cosa significa. Il risultato ottenuto fino ad oggi con la petizione dimostra la forte contrarietà dei cittadini che naturalmente ci spinge a continuare la battaglia per rappresentarli. Infatti stiamo valutando anche un eventuale referendum così da far decidere i cittadini riguardo al tema dei parcheggi a pagamento».

Va detto che non tutte le associazioni fanesi si sono dette contrarie a questa scelta: FIAB Fano For.bici, La lupus in fabula e GAS – Gruppo di acquisto solidale Fano Fortuna hanno accolto con entusiasmo la novità introdotta sottolineandone gli aspetti positivi e benefici per tutta la comunità.