Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Le marchigiane Biesse e Magazzini Gabrielli premiate a Milano con il “Best Managed Companies Award”

È un ambìto riconoscimento alle imprese italiane eccellenti, aziende che si sono distinte per strategia, competenze e innovazione, impegno e cultura aziendale, governance e performance, internazionalizzazione e sostenibilità

La Biesse e Magazzini Gabrielli. Sono due le aziende marchigiane premiate a Milano alla terza edizione del “Best Managed Companies” promossa da Deloitte, ALTIS Università Cattolica, ELITE (il programma del London Stock Exchange Group) e Confindustria. Il “Best Managed Companies Award” è un ambìto riconoscimento alle imprese italiane eccellenti, aziende che si sono distinte per strategia, competenze e innovazione, impegno e cultura aziendale, governance e performance, internazionalizzazione e sostenibilità.

Quest’anno sono state premiate 59 imprese al termine di uno scrupoloso processo di valutazione da parte di una giuria indipendente costituita da esperti del mondo istituzionale, accademico e imprenditoriale italiano: Lorenzo Ornaghi, presidente onorario dell’Alta Scuola di Economia e Relazioni Internazionali (ASERI) e docente universitario, ex rettore dell’Università Cattolica ed ex Ministro della Repubblica Italiana, Maurizio Costa, consigliere di amministrazione di importanti gruppi italiani con una consolidata esperienza manageriale e Francesca Brunori, direttrice dell’Area Credito e Finanza di Confindustria.

Tra le vincitrici compare appunto la Biesse Group, multinazionale Made in Italy specializzata nella lavorazione del legno e da qualche anno presente nelle macchine per la lavorazione della plastica e del vetro. Il gruppo, fondato nel 1969 da Giancarlo Selci, ha sede a Pesaro ed è strutturato in 4 divisioni di business, 12 siti produttivi e 39 tra filiali ed uffici di rappresentanza in tutto il mondo. Premiato, anche, il Gruppo Gabrielli di Ascoli Piceno, di proprietà della Famiglia Gabrielli, leader della grande distribuzione organizzata (Gdo) con i supermercati a marchio Tigre e Oasi, ed operante nelle cinque regioni Marche, Abruzzo, Lazio, Umbria e Molise.

Il nuovo polo logistico del Gruppo Gabrielli inaugurato nel 2019 nell’area industriale di Monsampolo del Tronto 
Ernesto Lanzillo, responsabile Deloitte Private

«Le aziende premiate – ha spiegato Ernesto Lanzillo, partner Deloitte e Private Leader per l’Italia, Grecia e Malta – hanno dimostrato non solo eccellenza nei sei approcci metodologici alla base dell’iniziativa, ma anche grande capacità e resilienza nell’affrontare la crisi determinata dalla pandemia da covid-19 in atto. La valutazione delle candidate si è infatti protratta più a lungo del previsto proprio per permetterci di approfondire le modalità di gestione dell’emergenza da parte delle candidate. Le 59 Best Managed Companies di questa edizione sono quindi lo specchio di un’Italia fatta di eccellenze che, facendo leva sui propri punti di forza e attraverso una gestione oculata, dimostra di poter superare con successo un periodo di incertezza senza precedenti».

Le aziende vincitrici, distribuite su tutto il territorio nazionale, hanno registrato in media una crescita del fatturato del 17% dall’anno fiscale 2017 al 2018. Il settore più rappresentato è quello Manifatturiero (61%), seguito da Wholesale e Retail (14%), Construction (7%), Informazione e Comunicazione (5%) e Consulenza (3%) a pari merito con Energia. Il livello di fatturato non è un driver determinante per la vittoria del premio; le aziende vincitrici, infatti, considerano l’eccellenza dei prodotti e servizi il vero fattore differenziante ma sono importanti anche la gestione delle relazioni con i clienti (52%) e la promozione dell’innovazione a tutti i livelli aziendali (38%), a parimerito con gli investimenti in tecnologia e una Strategia strutturata e ben definita. Rispetto all’anno scorso, prende piede anche cultura aziendale e sistemi di learning per i dipendenti.

Le domande al “Best Managed Companies Award 2021” riapriranno ufficialmente il 17 settembre. Possono inoltrare la propria candidatura tutte le aziende, anche di matrice familiare, con sede legale in Italia, non controllate da gruppi multinazionali esteri, non soggette a procedure concorsuali (fallimento, concordato preventivo, ecc.), esecutive e protesti, e con fatturato superiore a 10 milioni di euro. Sono ammesse anche le società quotate sui mercati AIM e MTA, purché di matrice familiare o con flottante inferiore al 50%. Sono invece escluse le società del settore pubblico e finanziario (Banking, Insurance, Real Estate e Investment Management).

La mappa regionale delle 59 aziende premiate nella terza edizione del “Best Managed Companies”