Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Due nuove rotatorie contro gli incidenti: Fano punta sulla sicurezza stradale

Ad annunciare i prossimi interventi è stata l’assessora alla Viabilità Tonelli, che ha specificato la finalità alla luce del terribile incidente di settembre

La zona dove si è consumato l'incidente
La zona dove si è consumato l'incidente

FANO – Due nuove rotatorie per contrastare gli incidenti stradali. Passa attraverso interventi concreti la riqualificazione della viabilità in zona Codma che prenderà via nei prossimi mesi. La sicurezza stradale nella città della Fortuna rappresenta una problematica oramai ben nota che nei mesi scorsi, a più riprese, è stata denunciata sia dai cittadini che dalle minoranze politiche.


Ad annunciare i prossimi interventi è stata l’assessora alla Viabilità Fabiola Tonelli che ha specificato anche la finalità di questo intervento alla luce del terribile incidente che si è consumato nel punto in oggetto a settembre.

Fabiola Tonelli

«Abbiamo previsto di andare a realizzare una grande rotatoria nello spartitraffico che da Rosciano porta a Bellocchi o chi dal cimitero si dirige verso Sant’Orso. Altra intersezione critica è quella che si affaccia su Rosciano: lì verrà creata un’altra piccola rotatoria per portare gli automobilisti da Via Campanella verso Rosciano. L’idea progettuale ha trovato la condivisone sia dei residenti di Rosciano che attendevano una risposta sia degli operatori del mondo legato all’autotrasporto che potranno accedere, direttamente, al quartiere di Rosciano senza più essere costretti a dirigersi fino alla rotatoria delle opere compensative. Pensiamo che in termini di sicurezza stradale questa sia la soluzione più congrua ed efficiente, visto che negli ultimi anni, soprattutto in relazione all’apertura di nuovi assi viari, in questo tratto si è intensificata la mole di traffico».

Sui tempi, Tonelli detta il cronoprogramma: «Il progetto definitivo è stato approvato in giunta, pensiamo di completare la gara di appalto entro la fine di quest’anno anno per aprire il cantiere nei primi periodi del 2022».