Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Pesaro, residente accerchiato e spintonato da minorenni vandali in piazza Puccini

I ragazzini avevano divelto un lampione e l'uomo li ha ripresi col telefonino. Scattate le querele, è intervenuta la Polizia

PESARO – Circondato da un gruppo di minorenni, minacciato e spintonato. Baby bulli, alcuni addirittura non imputabili perché sotto i 14 anni.
Sono da poco passate le 23 quando una decina di ragazzini ha iniziato per gioco a tirare dei calci a un lampione della pubblica illuminazione fino a romperlo. Gli hanno tirato contro anche una bici. Forse per farsi grandi, forse per vincere la noia. Un residente ha visto la scena dal balcone e ha deciso di scendere per chiedere loro di fermarsi. Ma loro hanno continuato imperterriti tra risate e schiamazzi.

Così il residente li ha ripresi col telefonino così da poter essere individuati. Loro si sono coperti e non hanno gradito. Forti dell’essere in branco, hanno circondato l’adulto ricoprendolo di insulti. I toni si sono alzati e nel diverbio alcuni ragazzini hanno spintonato e colpito il residente per farlo smettere di riprendere. L’hanno minacciato anche con un casco. L’uomo si è fatto refertare di lì a poco e ha ricevuto 7 giorni di prognosi per le lesioni e il contraccolpo al collo. Un parapiglia improvviso da cui si è divincolato dopo essere stato colpito. Vista la scena è intervenuto anche un altro residente per dare manforte al primo, ma anche per lui solo insulti, minacce e toni aggressivi.

Il lampione divelto in piazza Puccini

I due hanno dato l’allarme alla centrale operativa della Questura e sul posto è intervenuta la Volante. I poliziotti hanno ascoltato le testimonianze dei residenti e hanno identificato quindi una decina di minorenni. Tra loro anche chi per legge non può essere imputabile, perché sotto i 14 anni.
Uno dei due adulti ha sporto querela per le lesioni subite, le ingiurie e le minacce, mentre l’altro, che non è stato colpito, ha sporto ugualmente querela ma solo per le minacce e gli insulti ricevuti.
La polizia sta lavorando per ricostruire i fatti e attribuire le varie responsabilità delle querele. Si tratterebbe di un gruppetto che frequenta abitualmente il parco centrale di Piazza Puccini, tra Villa San Martino e il Campus scolastico. I minorenni sono già noti per alcuni esposti dei residenti nei loro confronti. Non solo schiamazzi, ma anche atti di vandalismo e sporcizia lasciata nel parchetto verde, tanto che i residenti sono stanchi di questa situazione.

Minorenni protagonisti da qualche mese, a partire dai fatti di piazza Redi in cui una baby gang ha compiuto furti, atti di vandalismo e un’aggressione a un residente. Tre di loro sono stati colpiti da daspo.