Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Pesaro Urbino, controlli a tappetto: 67 denunce. Da inizio quarantena quasi 1900 le violazioni

Nella provincia i controlli effettuati sono stati complessivamente 63.811 con 1.876 contestazioni di violazioni. Ecco tutti i numeri di questo periodo di misure speciali per contenere il contagio

Il mare di Pesaro

PESARO – Controlli a tappetto su tutta la provincia di Pesaro Urbino da parte delle forze dell’ordine. Il weekend a cavallo tra il 9 e 10 maggio è conciso con un ingente dispiegamento di forze che ha vegliato sull’osservanza delle misure di contrasto e contenimento della diffusione del virus Covid-19. Niente è stato lasciato al caso da parte delle forze di polizia e delle polizie locali che hanno battuto a tappeto le arterie principali, i centri storici e le zone più appetibili in questo particolare periodo dell’anno: litorali e aree verdi.

In tutto sono state 2.199 le persone controllate per la verifica sul rispetto del divieto di spostamento: le violazioni contestate sono state 67, ovvero circa il 3% di coloro che sono stati sottoposti a verifica. Anche le attività commerciali, ben 742, sono state sottoposte ad accertamenti: di queste solo in un’occasione è stato contestato un illecito al titolare di un esercizio con conseguente chiusura dell’attività per 5 giorni. Una percentuale che fa ben sperare ma che non deve in alcun modo farci abbassare la guardia per non vanificare quanto fatto fino ad ora.

Per la prefettura di Pesaro e Urbino è stato anche tempo di un primo bilancio: con quelli di ieri, i controlli effettuati da quando sono in vigore i decreti che limitano gli spostamenti sono complessivamente 63.811 con 1.876 contestazioni di violazioni; tra queste 10 denunce per falsa attestazione e/o dichiarazione, 3 denunce per inosservanza del divieto di allontanamento dalla propria abitazione per le persone in quarantena e 13 denunce per altri reati. Per quello che concerne gli esercizi commerciali il numero totale dei controlli ha raggiunto quota 25.567, con 25 illeciti rilevati e la chiusura provvisoria di 5 attività.