Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Anche Fano ha ricordato Piero Angela. Seri: «Ha saputo entrare nel cuore degli italiani»

Il maestro della divulgazione scientifica italiana era stato ospite nel 2018 a Passaggi Festival. Seri: «Ci lascia un grande giornalista»

Piero Angela
Piero Angela

FANO – Cordoglio per la scomparsa di Piero Angela anche da parte del comune di Fano che ha voluto ricordare il grande divulgatore scientifico, mancato nella giornata del 13 agosto, che nel 2018 fu tra gli ospiti di punta della rassegna Passaggi.

«Buon viaggio Piero Angela – ha scritto il sindaco Massimo Seri – Ci lascia un grande giornalista e divulgatore televisivo, ma soprattutto una persona gentile che ha saputo entrare nel cuore degli italiani con garbo e dolcezza».

Toccante anche il ricordo dell’assessore Etienn Lucarelli: «La sua gentilezza ed il suo sapere sono entrate nel cuore degli Italiani ed ha arricchito anche la nostra città, attenta ad ascoltarlo a Passaggi Festival ; premio Andrea Barbato 2018. Grazie».

A dare il triste annuncio della scomparsa del patriarca della divulgazione italiana era stato il figlio Alberto Angela. Nato a Torino nel 1928, Piero Angela aveva iniziato la sua carriera giornalistica in Rai come cronista radiofonico, divenendo poi inviato e conduttore del tg.La sua grande popolarità è legata ai suoi programmi di divulgazione scientifica, da Quark a Superquark per citare i più importanti, con i quali ha fondato per la televisione italiana una solida tradizione documentaristica.

Piero Angela ha scritto anche diversi libri, sempre di carattere divulgativo: Nel cosmo alla ricerca della vita (1980); La macchina per pensare (1983); Oceani (1991); La sfida del secolo (2006); Perché dobbiamo fare più figli (con L. Pinna, 2008); A cosa serve la politica? (2011); Dietro le quinte della Storia. La vita quotidiana attraverso il tempo (con A. Barbero, 2012); Viaggio dentro la mente: conoscere il cervello per tenerlo in forma (2014); Tredici miliardi di anni. Il romanzo dell’universo (2015); Gli occhi della Gioconda (2016). Nel 2017 ha pubblicato il libro autobiografico Il mio lungo viaggio. Nel 2004 è stato insignito del titolo di Grande Ufficiale dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana e nel 2021 del titolo di Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

© riproduzione riservata