Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Cocaina e pistola in casa, 47enne pesarese arrestato in Romagna

L'uomo, insospettabile, aveva 50 grammi di cocaina. La pistola era legalmente detenuta, ma è stata ritirata dai carabinieri

I carabinieri di Pesaro

PESARO – Detenzione ai fini di spaccio, questa l’accusa che pesa sulle spalle di un 47enne pesarese residente in Romagna.

Nella serata del 4 settembre 2020, i carabinieri della stazione di Sogliano al Rubicone (Fc), hanno arrestato un incensurato pesarese di 47 anni, domiciliato a poggio Torriana, poiché ritenuto responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

L’arresto è il risultato di mirata attività d’indagine dei militari della stazione di Sogliano al Rubicone, condotta tra i comuni di Borghi, Poggio Torriana e Santarcangelo di Romagna, che ha consentito di individuare numerosi assuntori di sostanza stupefacente. Tramite le loro informazioni, i militari hanno messo nel mirino il 47enne, all’apparenza insospettabile. Con autorizzazione della Procura, hanno perquisito la casa dell’uomo.

Sono stati trovati 2 involucri in cellophane contenenti rispettivamente 50,45 grammi e 0,40 grammi di cocaina, due bilancini di precisione, materiale idoneo al confezionamento dello stupefacente, la somma di 110 euro in contanti, ritenuta provento dell’illecita attività, nonché una pistola marca Beretta, mod. 84/f, cal 9 mm, munita di 13 colpi, legalmente detenuta e censita. L’uomo è stato arrestato in flagranza di reato.

La droga sequestrata


Con la direttissima è stato convalidato l’arresto e il 47enne è stato sottoposto ai domiciliari, in attesa della successiva udienza prevista per il 16 settembre prossimo.

L’arma e le munizioni rinvenute sono state ritirate in attesa della verifica dei requisiti di idoneità alla detenzione da parte della prefettura competente.