Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Cna Costruzioni: «In arrivo a Pesaro 7 milioni per l’edilizia scolastica, si utilizzino imprese locali»

L'appello dell'associazione degli artigiani: «Il decreto semplificazioni ha dato la possibilità agli enti di lavorare con imprese del territorio»

PESARO – L’appello è chiaro: utilizzare le imprese locali per i lavori. In arrivo dal Miur ci sono 7 milioni e 65mila euro da destinare agli interventi di edilizia scolastica nella provincia.

Cna Costruzioni di Pesaro e Urbino, nell’apprendere con soddisfazione che il Ministero della Pubblica Istruzione ha approvato lo stanziamento della cifra sulla base dell’elenco di interventi inviato nei mesi scorsi dalla Provincia di Pesaro e Urbino, si augura però che i relativi appalti – che riguardano molte scuole del territorio – possano essere assegnati ad un elenco di imprese della provincia.

Il responsabile di CNA Costruzioni di Pesaro e Urbino, Fausto Baldarelli auspica «che la Provincia di Pesaro e Urbino, affidataria della somma, possa agire secondo quanto stabilisce il Decreto semplificazioni che ha dato la possibilità alle amministrazioni locali di lavorare con imprese fiduciarie del territorio. Imprese che sono in grado di garantire affidabilità, qualità dei materiali (e dei lavori) e tempi di esecuzione certi. Non solo. Si tratta di imprese storicamente riconosciute, in regola con le certificazioni antimafia e con una regolare contrattualizzazione e con le norme di sicurezza dei propri dipendenti.

Fausto Baldarelli della Cna edilizia PU

Per questo – prosegue Baldarelli – rivolgiamo un invito al presidente della Provincia Paolini affinché possa adoperarsi per far sì che lavori così importanti – che riguardano progetti di manutenzione straordinaria, efficientamento energetico, messa in sicurezza, nuova costruzione e cablaggio interno agli edifici scolastici – possano essere affidati a imprese del territorio. Ovviamente il tutto nel pieno rispetto delle vigenti norme sugli appalti, della trasparenza, della legalità e della libera concorrenza ma tenendo presente ciò che è previsto nel Decreto semplificazioni avendo un occhio particolare alle imprese dell’edilizia e dell’impiantistica che operano con grande professionalità nel territorio e che possono garantire interventi di qualità». 

Tra gli interventi finanziati la messa in sicurezza di una nuova porzione del “Palazzo Petrucci”, sede del Polo scolastico 3 di Fano (quasi 2,7 milioni di euro); la realizzazione della nuova sede del corso di studio professionale “Manutenzione e assistenza tecnica” dell’Istituto “Della Rovere” di Urbania (finanziamento del primo stralcio relativo al “corpo laboratori” per 2 milioni di euro). Ed ancora la ristrutturazione edilizia con ampliamento della palestra del liceo scientifico “Torelli” sede succursale di Pergola (1,1 milioni di euro); costruzione di una nuova palestra per il liceo artistico “Scuola del Libro” di Urbino (950mila euro); messa in sicurezza della palestra del fabbricato “Morselli”, sede succursale del liceo “Mamiani” di Pesaro (330mila euro).

«Come CNA Costruzioni – conclude Badarelli – siamo disponibili a collaborare e a fornire un elenco di imprese del territorio in grado di poter partecipare ai bandi ed effettuare i lavori previsti».