Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Cagli, vacanza in Croazia diventa un’odissea: 16 giovani in quarantena

Dopo il primo caso, altri due ragazzi sono risultati positivi: nessuno dei tre si era sottoposto al vaccino. Dopo due giorni di isolamento sono stati reimbarcati e riportati a casa

tamponi, test antigenici, covid, coronavirus
Tamponi (Foto di Vesna Harni da Pixabay)

CAGLI – Quella che doveva essere la vacanza per festeggiare la maturità si è trasformata in una molto meno piacevole odissea. Protagonisti della disavventura sedici ragazzi cagliesi che lo scorso 24 luglio, partendo da Pesaro su di un traghetto veloce, si sono recati nell’Isola di Pag in Croazia.

La loro agognata vacanza però si è interrotta bruscamente dal covid-19: uno dei componenti della compagnia ha infatti manifestato alcuni sintomi sospetti; il successivo tampone non ha lasciato dubbi sulla positività del giovane. Per i restanti 15 è scattata la quarantena preventiva. Dopo due giorni di isolamento in Croazia, nel rispetto dei protocolli e delle regole, sono stati reimbarcati e riportati a casa dove dovranno continuare la quarantena nelle rispettive abitazioni.

Molto più complesso l’iter di rimpatrio per il ragazzo positivo che è stato gestito dal Comitato della Croce Rossa di Cagli. Un mezzo del Comitato cagliese con tre volontari a bordo, partito alla volta della Croazia lo scorso venerdì, ha fatto ritorno a casa con il giovane dopo circa 30 ore. Ad oggi, altri due ragazzi facenti parte della comitiva sono risultati positivi; nessuno dei tre contagiati si era sottoposto a vaccinazione.