Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Biodigestore a Talacchio (Pu), Potere al Popolo: «Conviene al gestore non ai cittadini»

Prosegue il dibattito sulla costruzione della struttura. Il gruppo politico fa sapere: «Sì a impianti di compostaggio aerobico, no al Biodigestore. Ci batteremo»

Uno striscione contro la realizzazione dell'impianto a Talacchio

VALLEFOGLIA – Sì a impianti di compostaggio aerobico, no al Biodigestore. È il pensiero del gruppo Potere al Popolo su un tema molto dibattuto, quello della realizzazione di un impianto a Talacchio. Tra i primi oppositori gli ambientalisti pronti a scommettere che arriveranno rifiuti da fuori.

Potere al Popolo fa sapere: «Due mesi fa la società “Green factory” di proprietà di Marche Multiservizi ha presentato il progetto per un Impianto di biodigestione anaerobica da realizzare a Talacchio Comune di Vallefoglia.

L’impianto dovrebbe trattare la parte organica dei rifiuti di tutta la provincia ed oltre, ottenendo dal trattamento, secondo i promotori, “biogas per produrre energia” e “fertilizzante”. Il progetto si realizzerà con fondi pubblici (europei) e sarà economicamente sostenibile solo attraverso gli incentivi (sempre pubblici) sulla produzione del biogas.

Viene scelto un progetto, dal punto di vista economico, conveniente per il gestore ma non per i cittadini. Si sottraggono soldi pubblici a scelte giuste quali: produzione di energie rinnovabili, solare, eolico, azioni per il risparmio energetico o riduzione della produzione di rifiuti, anzi serviranno molti più rifiuti per il funzionamento dell’impianto».

Potere al Popolo di Pesaro Urbino ha potuto constatare che «esiste un’alternativa per il trattamento della parte organica del rifiuti, sostenibile e rispettosa dell’ambiante ed economicamente vantaggiosa per i cittadini “il compostaggio aerobico”.

Si tratta di un sistema completamente ecologico per accompagnare la naturale trasformazione dello scarto umido in fertilizzante naturale che riconsegna al terreno tutte quelle sostanze che diversamente se trasformate in biogas andrebbero ad incrementare le emissioni CO2 nell’ambiente (realizza la vera economia circolare). Un sistema che dove realizzato ha evitato la necessità di impianti industriali con possibili impatti ambientali dannosi e riduzione delle tariffe per i cittadini virtuosi.

Ci impegneremo con una campagna di sensibilizzazione e informazione verso i cittadini e gli amministratori, al momento partiamo con contributi video di interviste a esperti e persone comuni che abbiamo pubblicato sulle nostre pagine dei social network».