Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Biancani: «Gola del Furlo chiusa, accelerare le verifiche e riaprire»

Il consigliere regionale: «A breve un'ispezione geologica dopo la caduta di sassi a febbraio. Il turismo ha bisogno di quel luogo»

La gola del Furlo

ACQUALAGNA – Riaprire al più presto il passaggio per la Gola del Furlo. È la richiesta del consigliere regionale Andrea Biancani dopo le segnalazioni della caduta di sassi a febbraio. Il successivo sopralluogo del Vigili del Fuoco, nel febbraio scorso, ha fatto sì che la Gola del Furlo sia stata chiusa al transito.

«La chiusura della gola sta creando molti problemi soprattutto alle attività che stanno perdendo il passaggio dei turisti e di chi decide di visitare la gola – spiega Biancani -Il Furlo rappresenta un patrimonio naturale e ambientale unico a livello internazionale. Tenerlo chiuso, soprattutto in un momento in cui sta ripartendo il turismo e i cittadini hanno voglia di muovervi ritengo sia un problema. Occorre accelerare nelle verifiche per rendere il Furlo pienamente accessibile il più presto possibile».

Dopo alcune verifiche il consigliere precisa che «con la Conferenza di Servizi fra Regione, Comune di Fermignano, Enel e Provincia, sono state definite le competenze sull’area e si è deciso di attivare un tavolo tecnico per avviare la verifica sullo stato di sicurezza della parete rocciosa. La Regione ed il Comune stanno definendo gli ultimi dettagli e a breve partirà l’ispezione geologica da parte di un’impresa specializzata. Presto quindi sapremo se e come dovrà essere messa in sicurezza l’area. Mi auguro che dalle verifiche non emergano problemi particolari».