Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Basket, la VL sfida Cantù

Alla vigilia della sfida contro i lombardi Pesaro dovrà ancora fare a meno di Tambone causa Covid mentre ci sarà Carlos Delfino

Jasmin Repesa

Il ko di qualche giorno fa contro il Banco di Sardegna Sassari non ha scalfito l’umore in casa Carpegna Prosciutto di una stagione che la squadra pesarese sta vivendo da assoluta protagonista. Alla vigilia della sfida casalinga contro Cantù, in programma domani 24 gennaio alle ore 16 dopo la decisione della Lega di anticipare la partita, coach Jasmin Repesa ha parlato come di consueto in vista della gara.

«La settimana di lavoro è andata abbastanza bene anche se abbiamo dovuto fare i conti con delle assenze. Purtroppo Tambone non sarà della partita (causa Covid), mentre Delfino (assente a Sassari) si è allenato bene negli ultimi due giorni. Andiamo avanti con positività per mettere in campo tanta grinta ed energia in ogni match – ha detto Repesa – a Sassari i giovani hanno fatto bene ma conta il gruppo. I ragazzi devono essere pronti per rispondere in modo giusto sul campo, poi tutto il resto viene dopo. Gerald Robinson si sta integrando nel nostro sistema, a lui chiedo prima di tutto di aiutare in difesa e in playmaking».

Poi lo sguardo sulla prossima avversaria, l’Acqua San Bernardo. «Cantù può contare su sette stranieri, a iniziare da Gaines che è un giocatore di grande qualità, molto atletico e tecnico e che a Pesaro conosciamo bene. Si è sempre giocata fino alla fine le partite in cui ha affrontato le grandi squadre e quindi dovremo fare attenzione».