Pesaro

Basket, la VL cade in casa contro Scafati

Dopo tre quarti di gioco sempre avanti la VL cede il passo nell'ultimo periodo alla Givova Scafati e vede quasi sfumature il sogno playoff

Charalampopoulos non è bastato alla VL

PESARO – Un primo quarto molto equilibrato tra Carpegna Prosciutto e Givova Scafati con i biancorossi che chiudono avanti di tre lunghezze sul 18 a 15 al termine dei primi dieci minuti di gioco. Per la VL un grande Charalampopoulos autore di ben 13 punti nel solo primo quarto grazie ad un ottimo avvio di partita da parte del giocatore greco.

Squadre che faticano a prende vero ritmo in attacco ma che si rispondono canestro su canestro. Una tripla di Logan firma il 23-23 a sei dall’intervallo e costringe Repesa al time-out. La VL ritrova il vantaggio con i canestri di Cheatham e della solita presenza di Charalampopoulos. A poco più di un minuto dalla pausa lunga Pesaro è+2 sul 33 a 31. Ancora una penetrazione del greco e un tap-in di Kravic permettono alla Carpegna Prosciutto di allungare leggermente. All’intervallo è 37 a 31

Terzo quarto in cui la Carpegna Prosciutto parte bene con Rahkman che sale in doppia cifra e Charalampopoulos che raggiunge quota 22 punti ma Scafati non esce mai dalla partita e sul finire di quarto riesce comunque ad accorciare. I canestri di Okoye tengono la squadra campana sempre punto a punto con il punteggio di 52 a 49 a poco meno di due minuti dal termine. I tiri liberi di Rossato riportano addirittura a -1 Scafati a un minuto e mezzo dalla sirena. 4 punti di Kravic e due tiri liberi di Thompson chiudono il quarto sul 56 a 53 per la VL.

Quarto periodo in cui parte meglio Scafati che mette a segno subito un 5 a 0 chiuso dalla tripla di Logan e Repesa costretto subito al time-out dopo esattamente un minuto (56-58). Scafati trova ritmo in attacco e con altre due triple prima di Rossato e poi di Pinkins trova il suo massimo vantaggio sul 58 a 66 dopo essere stata sotto per tre quarti. La VL trova la reazione sempre con il suo della giornata. Charalampopoulos praticamente immarcabile riporta i suoi a -2 sul 72 a 74 a tre minuti e poco più dalla fine, con il greco che raggiunge quota 33 punti. Scafati però ha un David Logan la superstar. Praticamente da solo riporta i suoi a +11 in pochi minuti sul 83 a 72. Una tripla di Daye ridà il -8 alla VL ma il tempo rimasto è poco. Nel finale un paio di canestri da entrambe le parti ma il risultato non cambia. Con un grande quarto periodo Scafati passa a Pesaro 86 a 79. Per la VL è sempre più difficile la strada verso i Playoff e con quella di oggi sono 4 sconfitte consecutive.

Nelle altre gare della ventiseiesima giornata importante vittoria di Reggio Emilia contro Treviso nell’antico del sabato. La formazione emiliana trionfa 88 a 77 e si porta a quota 20 punti raggiungendo proprio i veneti in classifica.

Passa allo scadere la Reyer Venezia 93 a 91 sul campo di Napoli. A decidere la sfida è un canestro di Watt autore di 16 punti. Venezia sale a 28 punti al quinto posto mentre i partenopei restano a 18 in piena lotta salvezza.

Vittoria facile per Milano che sul campo della Tezenis Verona passa 83 a 61 e consolida il suo secondo posto a quota 38 punti. Per la squadra di Messina top scorer Hall con 15 punti.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Vittoria importante per Brescia in trasferta a Tortona. La Germani passa dopo un tempo supplementare con il punteggio di 90 a 77. Decisivi i 23 punti di Petruccelli e il parziale di 19 a 6 nel solo supplementare.

Vittoria schiacciante per Brindisi contro Sassari per 92 a 58 con i pugliesi che ribaltano anche la differenza canestri dell’andata. 19 i punti per Harrison miglior marcatore per i suoi.

Nonostante le notizie extra campo e i 16 punti di penalizzazione Varese vince una importante partita in rimonta sul campo di Trieste. La formazione lombarda passa 83 a 80 con una super prestazione di Markel Brown autore di 27 punti.

Vittoria facile per la Virtus Bologna che batte davanti al proprio pubblico la Dolomiti Energia Trentino per 96 a 80. Squadra di Scariolo che sale a quota 40 punti e consolida il primo posto a +2 da Milano. Top scorer della partita Ojeleye con 18 punti.

© riproduzione riservata