Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Basket VL, una pausa per pensare al futuro

Con il campionato fermo a causa degli impegni delle squadre nazionali, in casa Carpegna Prosciutto Basket Pesaro si è potuto parlare di programmazione in vista della prossima stagione

Carlos Delfino

PESARO- Con il campionato fermo a causa degli impegni delle squadre nazionali, in casa Carpegna Prosciutto Basket Pesaro è stata la settimana celebrativa dopo il grande traguardo raggiunto sette giorni fa con la finale di Coppa Italia (persa contro Milano) che ha riportato nuovamente Pesaro nel radar centrale della pallacanestro italiana.

Una settimana in cui si è potuto parlare di futuro e di programmazione anche in vista della prossima stagione, nonostante una seconda parte di campionato ancora quasi tutta da giocare e un obiettivo playoff da conquistare.

Il primo a mettere la base sulla Carpegna Prosciutto versione 2021/22 è stato direttamente il presidente del Consorzio Pesaro Basket Luciano Amadori, sottolineando come siano diversi i giocatori sotto contratto anche per l’anno prossimo. «Abbiamo diversi giocatori con contratti biennali: Cain, Robinson, Tambone, Zanotti, mentre Filipovity ha 1+1 e Drell aveva firmato un triennale e l’anno prossimo entrerà nel suo ultimo anno di contratto. Direi che stavolta partiamo da una buona base. L’esempio in Italia lo sta dando Venezia, che conferma da anni lo stesso blocco al quale aggiunge un paio di ritocchi che non le consentono di rimanere al vertice e partire col vantaggio di conoscersi già».

Chi ancora non sa se ci sarà il prossimo anno è invece il capitano della VL Carlos Delfino. L’argentino, che a 38 anni sta vivendo una stagione da assoluto protagonista, ha speso parole al miele per la città di Pesaro e per il suo allenatore Jasmin Repesa, confermando che se ora è qui lo deve tutto al suo coach. Delfino poi ha lasciato le porte aperte per un eventuale bis nella prossima stagione ma prima vuole centrare i playoff con la VL.