Scooter elettrici Civitanova Marche MENCHI
Scooter elettrici Civitanova Marche MENCHI
Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Garden Europa Azienda Florovivaistica
Garden Europa Azienda Florovivaistica

Articolo Uno per l’ospedale nuovo di Pesaro: «Non finisca nel tritacarne politico»

Il partito ribadisce la necessità della struttura sanitaria, ma critica anche la sede poichè residuale di un percorso istituzionale. «Oggi bisogna ripartire, con trasparenza e condivisione»

PESARO – Anche Articolo Uno e Liberi e Uguali intervengono sul dibattito che si è creato con l’attacco di Ricci alla Regione e la manifestazione successiva al voto del consiglio regionale che dice stop all’ospedale unico.

Le fazioni politiche sottolineano che «la più grande infrastruttura pubblica, a carattere sociale, degli ultimi 50 anni nel nostro territorio non può finire nel tritacarne politico e istituzionale di questi ultimi giorni. Non valgono nè presidi nè ordini del giorno, che lasciano il tempo che trovano e sono utili solo per l’immagine. Serve, invece, ritrovarsi attorno ad un progetto comune e condiviso, cosa che, appunto, è mancata nella progettazione dell’ospedale di Muraglia attraverso il project financing. In questo senso è importante il contributo che Cgil Cisl e Uil provinciali hanno dato in tale direzione.

Articolo Uno non ha detto mai no ad un nuovo ospedale per questa provincia: siamo consapevoli che le strutture attuali di Pesaro e Fano sono obsolete e non più adeguate a una sanità moderna. Il nostro gruppo ha detto forte e chiaro il suo no al project financing e un no ad un sito la cui scelta, vale la pena ricordarlo, fu residuale di un percorso istituzionale, fatto dalla Provincia, che aveva come prima opzione Fosso Sejore, fortunatamente scartata. Oggi è necessario ripartire, presto, con risorse pubbliche e con un percorso partecipato, lo stesso già individuato da un decreto del Governo Gentiloni che prevede processi partecipativi sulle grandi opere pubbliche, in attuazione del nuovo Codice degli Appalti. Servono trasparenza e condivisione, affinchè tutti possano comprendere e nessuno, a partire dai cittadini, debba sentirsi privato di un servizio essenziale per il diritto alla salute. Ci ha fatto piacere sentire il sindaco di Pesaro dire che non gliene “frega” niente del project financing, che a lui interessa che non si perdano i soldi per Pesaro e che si faccia il nuovo ospedale».

In Consiglio comunale è stato votato un odg per chiedere alla Regione un patto per la realizzazione. Intanto Articolo Uno rimarca: «Un nuovo ospedale, che deve essere di tutti, quindi facilmente accessibile e baricentrico, non è pensabile senza una rete ospedaliera diffusa nell’entroterra, senza un presidio ospedaliero a Urbino che abbia servizi e personale, senza una rete dell’emergenza urgenza e di Case della Salute che funzionino davvero. Per quello che ci riguarda, Art. 1 vigilerà affinchè questo territorio provinciale possa avere un Servizio Socio Sanitario regionale all’altezza delle aspettative dei suoi cittadini e cittadine».

Gradara d'Amare