Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Allagamento sottopasso del lido di Fano, anche Pollegioni (Udc) duro con Tonelli: «Si deve dimettere»

Dopo le stilettate arrivate dagli esponenti locali della Lega ora arriva anche l’affondo di Pollegioni: «La collezione degli errori dell’assessore Tonelli inizia ad avere un valore enormemente negativo in questa città»

Stefano Pollegioni
Stefano Pollegioni

FANO – Nonostante la perturbazione che ha causato (l’ennesimo) allagamento del sottopasso del lido di Fano sia oramai passata, non sembrano diradarsi le nubi che imperversano sopra la testa dell’assessore Tonelli. Dopo le stilettate arrivate dagli esponenti locali della Lega che avevano criticato i gravi ritardi connessi ad una progettazione non lineare, ora arriva anche l’affondo di Stefano Pollegioni, rappresentante dell’Udc Fano, che chiede senza mezzi termini le dimissioni dell’assessore.

«Il sottopasso del lido e l’adiacente piazzale Amendola sono di nuovo interessati da allagamento già dalle prime piogge di questa stagione, figuriamoci cosa sarà durante l’autunno/inverno. La vasca sotterranea che avrebbe dovuto raccogliere le acque piovane e salvare quel luogo da ulteriori allagamenti non funziona. Un’opera costata moltissimi soldi pubblici e contornata da tanti misteri già in corso d’opera. Un cantiere aperto e chiuso più di una volta senza capire con chiarezza quale fosse il vero motivo. Doveva essere concluso nel 2019 invece quella zona è ancora oggi, con la pioggia, una piscina all’aperto».

Anche l’esponente dello scudo crociato focalizza l’attenzione sul mancato funzionamento delle apposite pompe. «Mi sembra strano – dice – che, in un’opera come quella, i responsabili dei lavori con titoli di competenza non avessero previsto che per far funzionare quelle pompe, che avrebbero dovuto convogliare l’acqua piovana in mare, c’era bisogno della corrente elettrica e quindi dell’intervento di Enel con una cabina preposta. Naturalmente non me la prendo con Enel ma qualcosa non torna e forse non sapremo mai esattamente cosa sia successo. Non credo che dalla fine lavori della costruzione della vasca ad oggi, non poteva esserci una soluzione per risolvere ogni tipo di problema per farla funzionare. – E conclude – Anche questa occasione evidenzia che la collezione degli errori dell’assessore Tonelli inizia ad avere un valore enormemente negativo in questa città e ne siamo abbastanza provati. Insisto, come UDC, per le sue dimissioni».