Nuovo Citroen C5 Aircross Hybrid Plug-in
Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

A Pesaro il Marche Pride, è polemica sul patrocinio non concesso dalla Regione. Ricci: «Molto più avanti della Giunta»

Il sindaco interviene: «Vi Aspettiamo a braccia aperte per una manifestazione per i diritti civili». Ecco il programma

Bandiera arcobaleno, gay
Bandiera arcobaleno (Foto di nancydowd da Pixabay)

PESARO – Polemiche sul Marche Pride in programma a Pesaro il 18 giugno, la Regione non concede il patrocinio. Il sindaco di Pesaro Matteo Ricci sottolinea: «Noi vi aspettiamo a Pesaro a braccia aperte e sfileremo con voi. Il Marche Pride è una manifestazione per i diritti civili. I marchigiani sono molto più avanti della giunta che li rappresenta».

Molti sono gli eventi in calendario che anticiperanno la data della parata finale del 18 giugno nell’ambito dell’Onda Pride. Ad annunciarlo è il Comitato Promotore del “Marche Pride” che racchiude le principali associazioni che si occupano di diritti civili sul territorio regionale. «Il Marche Pride è una manifestazione culturale, colorata ed inclusiva in cui porteremo in piazza le istanze del movimento LGBTI* e di tutte le minoranze. Abbattere stereotipi e discriminazioni è per noi la vera sfida culturale e politica da vincere, per una società realmente coesa e partecipata da tutte e tutti i cittadini.

Il Marche Pride sarà un’occasione di unione e condivisione, sulla base dei valori imprescindibili che animano il comitato promotore, ossia la lotta all’omolesbobitransfobia e all’abilismo, i valori dell’antisessismo, l’antirazzismo e l’antifascismo. Il Marche Pride promuove una riflessione per una comunità solida, protettiva ed inclusiva con l’imprescindibile collaborazione di tutte le associazioni, le istituzioni, i cittadini e le cittadine».

«Siamo molto felici di poter ospitare, per la prima volta, la manifestazione LGBTQIA+* della regione», quest’anno all’insegna della ‘libertà ed autodeterminazione di corpi e menti attraverso l’arte come veicolo e come presa di coscienza di sé nel mondo e la conseguente lotta per i diritti umani’ (le precedenti si sono svolte ad Ancona nel 2019 e 2021 e in modalità digitale nel 2020). Accogliere il Pride – spiegano Vimini e Murgia – è fondamentale per trasmettere e promuovere i valori di uguaglianza. L’evento rientra tra quelle iniziative capaci di creare un clima sociale di rispetto e confronto libero da pregiudizi e da stereotipi fondati sull’identità di genere e orientamento sessuale».

IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA

10.30-11.30 alla Sala del Consiglio Comunale di Pesaro – Conferenza stampa del Marche Pride con ospiti politici regionali
11.45-12.45 alla Sala del Consiglio Comunale di Pesaro – Presentazione del LIbro “Fuori i nomi!” del giornalista Simone Alliva con l’autore presente
16-17.00 a Piazzale della Libertà – Punto di ritrovo per il corteo del Marche Pride
17.30-18.30 Corteo del Marche Pride da Piazzale della Libertà a Campo di Marte
18.30-20 Interventi delle associazioni e artistici a Campo di Marte