Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Pesaro, 1 milione di euro a famiglie, bimbi e imprese: l’opposizione vota contro ed è polemica politica

Varato il provvedimento in consiglio comunale. Botta e risposta tra consiglieri di maggioranza e minoranza

Il presidente del Consiglio Comunale Perugini in videoconferenza

PESARO – Un milione di euro per famiglie bisognose, bambini e attività bloccate dal covid. Ma è scontro in consiglio Comunale e l’opposizione vota contro.

Il dibattito del Consiglio si è incentrato sulla distribuzione dei fondi erogati dal Governo.

Michele Gambini (Pd) ha detto: «Mi spiace per la mancata discussione in Consiglio comunale della spartizione di questi fondi: sarebbe stato un caso da manuale su cui misurare l’idea di equità e giustizia di ciascun consigliere. Le linee scelte dalla Giunta, in particolare quella denominata “Bonus bambini”, non corrispondono alla mia idea di equità distributiva».

Positivo il giudizio di Tomas Nobili che ha richiesto di aprire «un tavolo di discussione con i gestori dei centri diurni per ragazzi di età superiore ai 16 anni che hanno avuto restrizioni ai loro servizi» a cui destinare parte dei fondi arrivati dallo Stato.

Giulia Marchionni (Prima c’è Pesaro) non condivide invece, né comprende «i criteri imbarazzanti scelti per la distribuzione dei fondi stanziati dal Governo per l’emergenza Covid-19. Il consiglio, e anche la commissione competente, sono stati esautorati del loro ruolo. Rivolgo un appello alla giunta e chiedo di ritirare il provvedimento e riportare al vaglio del Consiglio la discussione».
Per il consigliere uscente Nicola Baiocchi (Prima c’è Pesaro) «la distribuzione del milione di euro andava circoscritta a determinate categorie, non andava fatto un intervento a pioggia» e Roberto Biagiotti, (Lega), ha commentato che «le campagne elettorali si fanno con altri temi e in altri tempi. Ora serve aiutare chi sta male».

Il Pd Pesaro con Francesca Fraternali rileva: «Un risultato ottenuto grazie a un lavoro di lobbying magistrale, ad opera del nostro Sindaco e Presidente Ali Matteo Ricci, poiché inizialmente le risorse erano destinate unicamente alle zone rosse di marzo. Crediamo che aiutare chi in questo momento ha più bisogno, perché sta subendo fortemente la crisi, come famiglie in difficoltà e imprese sia un buon modo di aiutare i pesaresi, per non lasciare indietro nessuno».
In Consiglio il contrario dell’opposizione. Il Pd sottolinea: «Abbiamo chiesto di passare dalla polemica alle proposte: ora in Regione governano loro, chiediamo di trovare almeno un altro milione di euro», rilancia il capogruppo Massimiliano Amadori.

«Riteniamo di esserci fatti portavoce delle situazioni che in maniera più emergenziale sono emerse in questa fase di grave difficoltà per la vita di tanti pesaresi. In vista anche delle prossime festività natalizie, un aiuto a tante famiglie, bambini, ragazzi, disabili e attività economiche: potrebbe essere un segnale di speranza e comunque portare nel tessuto economico cittadino, 1 milione di euro, rappresenterà sicuramente una valida azione politica di solidarietà», conclude la vice capogruppo Anna Maria Mattioli.