Vertenza Auchan-Conad, il sindaco Pugnaloni al Mise: «Mi impegno per un tavolo tecnico-politico»

Confronto al Ministero dello Sviluppo Economico tra il primo cittadino di Osimo e il sottosegretario Alessia Morani sul destino occupazionale di 200 dipendenti del deposito cittadino e di Offagna dopo l’acquisizione del gruppo Auchan Retail da parte di Conad

Il sindaco di Osimo con l'onorevole Alessia Morani
Il sindaco di Osimo con l'onorevole Alessia Morani

OSIMO – La vertenza Auchan-Conad interessa anche il deposito di Osimo e quello di Offagna, con quasi 200 dipendenti il cui futuro è a rischio. Stamattina, 7 novembre, il sindaco di Osimo Simone Pugnaloni ha raggiunto il Ministero dello Sviluppo Economico per incontrare il sottosegretario Alessia Morani sul caso Auchan-Conad.

«Ho chiesto a che punto è la trattativa sulla questione occupazionale e l’impegno per salvaguardare le maestranze – informa il primo cittadino -. Il Governo sta lavorando in maniera incessante per raggiungere l’obiettivo di mantenimento dei livelli occupazionali. L’impegno è condividere la strategia con il territorio e con essi le comunità locali e con le organizzazioni sindacali. Seguiremo con cura gli sviluppi anche in virtù dell’impegno che metterà in campo la Regione Marche. Per sostenere il nostro territorio e con esso le imprese e i lavoratori occorre costituire un tavolo tecnico-politico. Mi impegno per questo».

Il gruppo consiliare del Pd alla maggioranza aggiunge: «Seguiamo con attenzione l’evolversi della vertenza Auchan-Conad che mette a rischio centinaia di posti di lavoro nelle Marche e ad Osimo. Questa mattina l’incontro a Roma al Ministero tra il nostro sindaco e il sottosegretario: Governo, Regione e Comune stanno lavorando per raggiungere l’obiettivo comune del mantenimento dei livelli occupazionali. È necessario che le istituzioni politiche, ad ogni livello e ciascuno con le proprie prerogative, promuovano ogni iniziativa possibile volta alla tutela dei posti di lavoro. Per questo il Partito democratico di Osimo è pronto a dare il proprio contributo all’ordine del giorno a sostegno dei lavoratori e delle lavoratrici Sma-Auchan, in discussione nel Consiglio Comunale di domani, 8 novembre, alle 18.30».