Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Val Musone, controlli a tappeto dall’entroterra alla costa

A Filottrano i militari della locale Stazione hanno fermato, in via Italia, una Ford Fiesta il cui conducente manifestava i sintomi classici di chi aveva assunto sostante stupefacenti. A Loreto fermato un 50enne in stato di ebbrezza

Carabinieri

OSIMO – Proseguono i controlli sul territorio della Val Musone e Riviera del Conero ad opera dei Carabinieri della Compagnia di Osimo. Le attività sono state disposte dal Capitano Raffaele Conforti. 

Nella giornata di ieri, giovedì 11 maggio, i Carabinieri eseguivano un mirato servizio finalizzato alla prevenzione e la repressione dello spaccio e l’uso di sostanze stupefacenti, con particolare attenzione a l’uso da parte dei minori e alla guida sotto l’influenza di sostanze psicotrope e abuso di alcol.

A Loreto i militari della locale Stazione controllavano il parco ubicato in via Bersaglieri d’Italia, una studentessa minorenne, intenta a fumare uno spinello di “Marijuana”. Alla vista dei militari, la ragazza tentava di disfarsi dello spinello e di occultare una busta contenente dell’altra “marijuana” per un totale di grammi 1,5 e un “grinder” in metallo, tutto sottoposto a sequestro. Pertanto, i militari, al termine delle formalità di rito, procedevano a segnalare la minorenne 17enne alla Prefettura di Ancona  in qualità di “assuntrice e detenzione illegale per uso personale di sostanze stupefacenti”, nonché al suo immediato riaffido alla famiglia.

Gli spinelli e il grinder sequestrati a Loreto

Gli stessi militari, intervenivano poi sul luogo di un sinistro stradale in via Villa Papa, ove un 50enne fidardense, celibe, nullafacente, pregiudicato, alla guida della propria Bmw, era uscito fuoristrada finendo in mezzo ad un campo agricolo. Il conducente, altamente ubriaco, tanto da non stare in piedi da solo, risultava positivo all’accertamento alcolemico per il valore illegale di g/l 2,50Pertanto, al termine degli accertamenti, il pregiudicato veniva deferito in Stato di Libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona per il reato di: “Guida in Stato di ebbrezza alcolica, responsabile di sinistro stradale. Nel corso degli accertamenti, all’uomo veniva ritirata la patente di guida e trasmessa all’U.T.G. di Ancona per i provvedimenti di competenza, mentre il veicolo, risultato anche sprovvisto della copertura assicurativa dal mese di gennaio 2016, veniva sottoposto a fermo amministrativo finalizzato alla confisca e affidato in custodia a ditta convenzionata.

A Filottrano i militari della locale Stazione, nel corso di un posto di controllo in via Italia, procedevano al fermo e controllo di un’autovettura Ford Fiesta il cui conducente palesava evidenti sistomi da uso di sostante psicotrope. Classe 1996, del luogo, celibe, cuoco, incensurato. Costui, al termine degli accertamenti di rito, veniva accompagnato presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale di Osimo per essere sottoposto alle analisi tossicologiche, le quali confermavano l’alterazione psicofisica del ragazzo dovuta all’assunzione di sostanze stupefacenti tipo “cannabinoidi”. Pertanto, a conclusione indagini, il giovane filottranese 21enne veniva deferito in Stato di Libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona per il reato di: “Guida in Stato di alterazione psicofisica per l’uso di sostanze stupefacenti” e gli veniva ritirata la patente di guida.

 

© riproduzione riservata