Un bando contro la crisi, Osimo apre ai giovani

La città di Osimo ha aderito al bando per il servizio civile. 40 sono le domande pervenute da parte di giovani osimani che saranno impiegati in tre diversi progetti a servizio della comunità

OSIMO – Sono circa 40 le domande pervenute per essere ammessi al servizio civile a Osimo. Il bando era scaduto lo scorso 26 giugno. La crisi occupazionale giovanile è quanto mai forte in questo periodo e in un momento tanto delicato alcuni Comuni hanno aderito a un progetto che potrebbe dare respiro economico ma anche a livello di formazione ad alcuni giovani che vi risiedono.

«Una grande opportunità che permetterà a questi giovani, di età compresa fra i 18 e 28 anni, di approcciarsi al mondo del lavoro attraverso il coinvolgimento in progetti tematici specifici – commenta l’assessore alle Politiche giovanili Annalisa Pagliarecci -. Il servizio civile, in tutte le sue espressioni, permette ai giovani di vivere un’esperienza in attività sociali, nella difesa e valorizzazione dell’ambiente, del patrimonio artistico e culturale, della Protezione civile, dell’educazione e della promozione culturale».

Questi i nomi dei progetti cui prenderanno parte attivamente i ragazzi: “Socialinforma”, “Crescendo… Diritto” e “Musei diffusi”. Il servizio civile avrà una durata di 12 mesi per 30 ore settimanali e un compenso mensile di 433,80 euro. Le selezioni si terranno i prossimi 7 e 11 settembre nella sede municipale di Osimo e i vincitori inizieranno effettivamente il servizio alla fine del mese di ottobre. I posti messi a disposizione dal Comune sono dieci così suddivisi: tre presso l’ufficio Servizi sociali e scolastici, tre all’ufficio di coordinamento dell’ambito territoriale 13, due alla biblioteca comunale e due all’ufficio della Polizia municipale.