Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Turisti a Osimo, ottimi numeri per la stagione estiva

Lo conferma l’assessore al Turismo Michela Glorio con i numeri delle visite alla mano che danno riscontri positivi

La visita a Montetorto
La visita a Montetorto

OSIMO – Tanti turisti affollano Osimo in queste calde giornate. «Nel semestre gennaio-luglio 2022 abbiamo avuto circa diecimila visitatori che hanno staccato il biglietto per una delle offerte turistiche che proponiamo (grotte, visita della città e dell’area archeologica di Montetorto, itinerari outdoor), in linea con i dati del 2019 che hanno visto poco meno di 11mila visitatori – conferma l’assessore al Turismo Michela Glorio -. Negli anni 2020 e 2021 invece i flussi del primo semestre hanno contato cinquemila visitatori, la metà rispetto agli attuali. Nel mese di luglio ci sono stati tremila ingressi e ci aspettiamo un agosto altrettanto promettente. Sono ritornati inoltre i turisti stranieri con una prevalenza di svizzeri, austriaci, tedeschi, olandesi e cechi e in minor misura francesi, inglesi e spagnoli».

Alle grotte ad esempio c’è un itinerario nuovo, un viaggio attraverso il quale il turista si concentra sull’esperienza in maniera attiva e con un forte impatto personale (fisico ed emotivo) nell’ambito dell’iniziativa “Grotte sonore”, realizzata in collaborazione con il professionista Luca Pesaresi: «La presenza di sale circolari con un’ottima acustica, il silenzio e la possibilità di intraprendere un viaggio meditativo ed esperienziale sono le caratteristiche ambientali necessarie per realizzare questo tipo di attività. Dopo l’esperienza della band The Orphan Brigade che nel 2016 ha inciso un disco all’interno delle grotte di Osimo, tra cui quelle piazza dante “Heart of the Cave”, altre esperienze sonore e meditative prendono forma e visto il soldout di luglio, prevediamo altri appuntamenti ad agosto e settembre, prenotabili al numero verde 800228800. Stessa grande richiesta per l’area archeologica, tante persone si presentano direttamente in loco e, con dispiacere, non abbiamo potuto accontentare a causa dei posti limitati durante l’ultimo spettacolo. Un interesse inaspettato che ci fa credere nell’iniziativa ideata e ci spinge a programmarne altre prevedendo maggiori posti».