Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Tari, commercio e viabilità: la Confartigianato fa i conti con i sindaci della Valmusone

Confartigianato è in contatto con le varie amministrazioni per agire in sinergia a favore delle imprese colpite dal Covid

Il Comune di Osimo
Il Comune di Osimo

OSIMO – Tari troppo alta, incentivi al commercio in un periodo difficile come questo per via della pandemia, eventi estivi nel rispetto delle norme vigenti e viabilità. Sono punti caldi su cui spesso i cittadini si accaniscono contro le rispettive amministrazioni comunali. A ribadire la disponibilità di Confartigianato alla costruzione di sinergie con le amministrazioni, su questi e altri temi, sono il presidente di Confartigianato Osimo David Coppari e il responsabile territoriale Giorgio Edelweiss. È un lavoro che prosegue nella direzione della collaborazione reciproca e della concertazione costante con le amministrazioni locali con i Comuni di Osimo, Filottrano, Castelfidardo, Loreto e Offagna.

Il commento sull’operato di Osimo

«Siamo soddisfatti per l’azione intrapresa dal Comune di Osimo con il sindaco Simone Pugnaloni e l’assessore Michela Glorio – ha detto Edelweiss – per l’azzeramento della burocrazia relativa alle domande per i dehors. Tutte le attività che ne avevano fatto richiesta hanno avuto risposta positiva: si tratta di un segnale importante per le nostre imprese che ora più che mai hanno bisogno di sostegno e fiducia per ripartire».

Filottrano, il plauso per l’abbattimento dei costi della Tari

«All’amministrazione di Filottrano con il sindaco Lauretta Giulioni va il nostro plauso per l’abbattimento dei costi della Tari con sconti dedicati alle imprese più colpite dalla pandemia, un provvedimento che avevamo chiesto con forza – ha detto Coppari – ed esprimiamo la nostra soddisfazione anche per la volontà del Comune di alleggerire il traffico pesante nel centro storico con provvedimenti ad hoc».

Bene per Confartigianato anche le manifestazioni ideate per animare l’estate di Filottrano, sempre nel segno del rispetto delle misure di sicurezza per la prevenzione del contagio: «Sono iniziative che aiutano a rendere nuovamente vivo il centro storico e che possono favorire anche la ripartenza delle imprese, che hanno bisogno ora più che mai di godere dei benefici della ripresa dei flussi turistici e dei movimenti delle persone».

Castelfidardo a sostegno delle imprese colpite dal Covid

Poi il focus su Castelfidardo, dove il plauso di Confartigianato va alle iniziative messe in campo dall’amministrazione per il sostegno alle imprese colpite dal Covid: «Apprezziamo l’iniziativa del Comune con il sindaco Roberto Ascani dell’istituzione del bando per aiuti economici alle imprese maggiormente colpite dalla crisi Covid, che si è chiuso nel mese di luglio – ha aggiunto Coppari – ogni gesto di questo tipo è importante in questo momento per ridare fiducia alle nostre attività economiche piegate dalla crisi».

Loreto, il commento di Confartigianato

Sul Comune di Loreto, con il sindaco Moreno Pieroni, per Confartigianato bene l’abbattimento della tassa rifiuti per le imprese fino al massimo del cento per cento della parte variabile: «È un provvedimento fondamentale, di cui come Confartigianato ci siamo sempre fatti interpreti. Avevamo chiesto con forza la riduzione della Tari e siamo soddisfatti che sia stata deliberata».

Fino al 31 dicembre è stata poi resa gratuita per le imprese l’occupazione del suolo pubblico e l’amministrazione ha intenzione di prorogare la gratuità dei parcheggi del centro nella fascia oraria 13-15.30, scaduta il 31 luglio: «Un modo per movimentare il centro nelle ore più critiche della giornata e favorire le imprese – ha commentato Edelweiss – incentivando l’afflusso anche dei più turisti».

L’appello per la viabilità

I due presidenti lanciano un appello: «È importante, per lo sviluppo futuro del nostro territorio, che le varie amministrazioni comunali della zona possano condividere proposte per il miglioramento della viabilità e per l’adozione di strategie comuni sulla mobilità. Solo così sarà possibile rendere il territorio ancora più competitivo».