Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Tari a Castelfidardo, 60mila euro di sgravi per le imprese

Recependo la richiesta delle associazioni di categoria, il Comune di Castelfidardo ha optato per la strada dello "sconto" della tassa in maniera proporzionale al periodo di inattività durante il lockdown

Una seduta del Consiglio Comunale di Castelfidardo
Una seduta del Consiglio Comunale di Castelfidardo

CASTELFIDARDO – Con votazione unanime il consiglio comunale di Castelfidardo ha approvato nella seduta di lunedì scorso, 3 agosto, il nuovo regolamento della Tari con il quale sono state previste riduzioni alle imprese per l’emergenza Covid. Come relazionato dall’assessore al Bilancio Sergio Foria, nell’ambito della discussione più ampia relativa all’assestamento generale del bilancio di previsione, l’elemento di novità è rappresentato dallo stanziamento di 60mila euro destinati a compensare le riduzioni applicate sulla tassa dei rifiuti delle utenze non domestiche.

Recependo la richiesta delle associazioni di categoria e comprendendo il momento di difficoltà delle imprese costrette ad un lungo periodo di inattività durante il lockdown, si è scelta infatti la strada più semplice. «Anziché mettere le imprese nella condizione di dover presentare domande di contributo, abbiamo evitato ulteriori adempimenti erogando in maniera semplice ed automatica uno sconto sulla Tari», ha detto Foria.

Un criterio oggettivo che è stato voluto e condiviso dall’assessore all’ambiente Romina Calvani e che si traduce in una riduzione dell’importo dell’imposta proporzionale ai giorni di chiusura e commisurato alla specificità di ciascun settore: sconti dal 9 al 35% della parte variabile della Tari sulla bolletta che le imprese si troveranno a pagare con la prima rata del 15 settembre (slittata da luglio).