Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

“Tappa e vinci”, ecco le scuole vincitrici

Sono stati quasi 700 i bambini che nella mattinata di ieri, mercoledì 20 giugno, hanno partecipato alla manifestazione al parco VerdEnergia di Campocavallo per la festa di chiusura del concorso prommo da Astea

Tutti i bambini che hanno partecipato al concorso di Astea rivolto alle scuole
Tutti i bambini che hanno partecipato al concorso di Astea rivolto alle scuole

OSIMO – Sono stati quasi 700 i bambini che nella mattinata di ieri, mercoledì 20 giugno, hanno partecipato alla manifestazione organizzata al parco VerdEnergia di via Cagiata a Campocavallo per la festa di chiusura del concorso “Tappa e vinci” . Accolti da una merenda e allietati dal Mago Pierre e dagli animatori della Croce Rossa di Osimo, gli scolari, accompagnati da docenti e da alcuni genitori, hanno ricevuto i premi dal direttore generale di Astea Massimiliano Belli Riderelli. Per le prime tre scuole che hanno differenziato più tappi sono stati previsti ricchi buoni spesa mentre alle altre 15 è stato donato del materiale didattico. Ben 18 i plessi che hanno aderito al concorso mettendo da parte durante questi mesi i tappi di plastica delle bottiglie, da immettere nel ciclo del riuso.

Le scuole vincitrici
A svettare nella graduatoria sono stati l’asilo Girotondo gestito dalla Asso in via Martiri della Libertà, la scuola materna del Borgo che fa riferimento all’Istituto scolastico Caio Giulio Cesare e la materna di San Paterniano che rientra nell’Istituto comprensivo Trillini. Le tre scuole insieme hanno raccolto quasi 900 chilogrammi di tappi, mentre in totale, considerando tutti i plessi aderenti, sono stati differenziati ben 2.684,80 kg. Presenti alla cerimonia di premiazione l’assessore ai servizi sociali del Comune di Osimo Daniele Bernardini, raggiunto poi dal sindaco Simone Pugnaloni impegnato in precedenza ad Ancona per un incontro in Prefettura.

Un momento della manifestazione
Un momento della manifestazione

«Sono stati oltre mille i bambini che durante l’anno scolastico sono stati coinvolti in questa particolare raccolta differenziata, l’intento –spiega Belli Riderelli- è sensibilizzare fin da piccoli a questa pratica ecologica ma l’auspicio è che la lezione raccolta a scuola possa arrivare anche nelle loro case. Sicuramente un riscontro positivo ce l’abbiamo già, perché Osimo è tra le migliori città della Marche col 73% di raccolta differenziata dei rifiuti ed è stata premiata dal Giro d’Italia come seconda città tra le ventuno sedi di tappa. Appuntamento quindi alla prossima edizione del concorso».