Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Tanti viaggiatori e pellegrini a Loreto. Così il turismo riprende quota

Soddisfazione e ottimismo da parte del sindaco Moreno Pieroni che traccia un bilancio del ponte pasquale guardando al prossimo futuro in termini di attrattività turistica

Loreto
La basilica di Loreto (Foto di Laurentiu Adrian Cretu da Pixabay)

LORETO – Durante il ponte pasquale ha ripreso quota il turismo a Loreto. Non soltanto quello religioso che per la rappresentazione della Morte del Giusto, ha attratto nella città mariana decine di migliaia di fedeli in visita alla basilica della Santa Casa come non si vedeva dall’epoca pre Covid.

«Abbiamo potuto vivere questa ricorrenza fuori dallo stato di emergenza: anche se non dobbiamo ancora abbandonare la cautela, abbiamo potuto trascorrerla assieme ai nostri cari e dedicandoci a ciò che amiamo. Sono stati tanti i turisti arrivati in città, come non si vedevano da due anni per la pandemia – ha commentato il sindaco Moreno Pieroni -. C’erano anche 70 squadre per il torneo internazionale di pallavolo femminile Easter volley. Grazie alla collaborazione con l’associazione Albergatori di Loreto e la società Nova volley Loreto, la nostra è stata la città ospite scelta per il soggiorno delle squadre che hanno partecipato al torneo. Le strutture ricettive del territorio ringraziano. Ho più volte sottolineato in questi giorni come la Pasqua di quest’anno abbia segnato davvero il passaggio finale verso la normalità. Ne abbiamo vissuto un segno tangibile con la rievocazione “La Morte del Giusto”, che è stata nuovamente rappresentata dopo due anni di assenza. È stato un momento importante per tutta la nostra comunità. Grazie agli organizzatori e al Centro Turistico Giovanile di Villa Musone, per aver riportato sulle strade di Loreto la rievocazione spettacolare e toccante che fa parte della nostra storia da oltre 40 anni e grazie anche a tutti coloro che ne hanno permesso l’ottima riuscita, in particolare le forze dell’ordine, il Comando della Polizia municipale, la Protezione civile e la Croce Rossa di Loreto, angeli custodi che ci consentono di vivere in serenità ogni evento pubblico». Un gruppo della Pastorale giovanile invece si è recato a Roma per prendere parte all’incontro con papa Francesco.

La mostra per ripartire

Buona la riuscita anche della mostra “Sulle orme di San Michele Arcangelo” appena inaugurata: «Un evento di portata nazionale per dare slancio alla ripresa. Chiunque può la visiti, è il nostro ulteriore augurio di pace e bellezza per tutti. È la mostra che abbiamo fortemente voluto per dare un segnale di ripartenza e per incentivare la presenza di turismo culturale nella nostra città. Si tratta di un grande evento artistico, con opere di enorme prestigio, primo evento di livello nazionale della Regione Marche per l’anno 2022. Resterà visitabile fino al 13 luglio per poi proseguire nelle città di Ascoli Piceno e Senigallia. Come sindaco, insieme con l’assessore alla Cultura Francesca Carli e tutta l’amministrazione, sono lieto di aver portato questa importante esposizione a Loreto, che ha l’onore di essere la prima tappa dell’intero percorso artistico».