Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Loreto, il sottosegretario Tofalo in visita per il Giubileo

Il sottosegretario di Stato alla difesa ha visitato il centro di formazione e la santa casa in occasione dell'anno giubilare

Angelo Tofalo, il sottosegretario di Stato alla Difesa, in visita alla santa Casa con l'arcivescovo Fabio Dal Cin
Angelo Tofalo, il sottosegretario di Stato alla Difesa, in visita alla santa Casa con l'arcivescovo Fabio Dal Cin

LORETO – «La formazione è di vitale importanza perché consente alla Difesa di essere modello di efficacia ed efficienza attraverso la preparazione della componente umana, la risorsa più importante. Investire in questo settore vuol dire creare profili di altissimo livello professionale. In particolare, la conoscenza delle lingue straniere è fondamentale». L’ha affermato ieri, 5 febbraio, Angelo Tofalo, il sottosegretario di Stato alla difesa nel corso della visita al centro di formazione Aviation english di Loreto. Per Tofalo, con la delega del Ministro in materia di formazione, il reparto dell’Aeronautica militare rappresenta una nicchia d’eccellenza. Il comandante, colonnello Luca Massimi, ha illustrato al sottosegretario le attività del reparto e la metodologia didattica che pone lo studente al centro.

Poi la visita in santuario con l’arcivescovo Fabio Dal Cin. «Il 2020 è un anno importante perché proprio in questa città, il 24 marzo, l’Arma azzurra celebrerà il centenario della beata Vergine di Loreto, patrona degli aeronauti. Era per me, oltre che un piacere, anche un dovere esserci avendo la delega specifica all’aeronautica. Sono venuto a prendere contezza di questo forte legale ormai secolare tra la Madonna di Loreto e la nostra Arma. Per tutti i nostri uomini e donne dell’Aeronautica miliare questo luogo è un punto di riferimento, non solo culturale ma anche emotivo e ispiratore per tutte le attività che quotidianamente portiamo avanti». L’onorevole Tofalo, che ha visitato così per la prima volta la Santa Casa, ha espresso il desiderio di un nuovo incontro.

Contestualmente la delegazione pontificia ha confermato l’attività della cappella musicale della santa Casa affidandone la guida al maestro frate Maurizio Lenti, cappuccino: «Come per altre attività ed iniziative presenti nel santuario, anche il regime della cappella musicale è stato ricondotto a prima del 2014, di volontariato com’era fino a tale data. Preso atto della decisione del trasferimento di padre Giuliano Viabile da parte dei suoi superiori, la delegazione ne ha dato notizia il 13 agosto scorso, e augura al nuovo maestro un proficuo ministero a servizio della liturgia e del canto sacro nel santuario della santa Casa di Loreto».