Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Sisma, maxi simulazione con l’Aeronautica di Loreto

Cosa fare in caso di terremoto? Lo dimostrerà con i fatti l'Aeronautica di Loreto nella mega esercitazione in programma martedì 9 con il coinvolgimento di tanti soggetti tra cui le scuole della città

Tutti i soggetti coinvolti nell'esercitazione all'interno della sede dell'Aeronautica di Loreto

LORETO – Un’esercitazione che avrà luogo martedì 9 maggio con lo scopo, in linea con le direttive del comando delle scuole dell’Aeronautica militare di Bari, di addestrare il personale ad affrontare un’eventuale emergenza sul territorio, lavorando in sinergia con tutti gli operatori dello Stato coinvolti nel supporto alla popolazione locale. Lo scenario sarà orientato a fronteggiare un evento sismico configurando il centro di formazione “Aviation english” di Loreto come base logistica per l’allestimento di una postazione medica avanzata e come area di atterraggio degli elicotteri HH-139 dell’83esimo gruppo del 15esimo Stormo di Cervia per l’evacuazione sanitaria di emergenza.

Loreto è più che pronta al grande evento denominato “Lauretum” che coinvolge, oltre all’Aeronautica, il Comune, la Protezione Civile, la Croce rossa, i Carabinieri e la Polizia Municipale di Loreto e la Prefettura di Ancona. Protagonista anche l’istituto comprensivo “Solari” di Loreto con tutti gli studenti e il personale docente.

«Un’iniziativa che permetterà di gettare la basi per una futura collaborazione e un intervento congiunto in caso di calamità naturali – ha detto ieri durante la presentazione dell’evento il colonnello Stefano Gensini, comandante del Centro loretano -. Aeronautica Militare significa controllo, 24 ore su 24, dello spazio aereo sulle acque e sul territorio nazionale, impegno in missioni alleate e internazionali per il rafforzamento e il mantenimento della pace nel segno della solidarietà, soccorso alla popolazione in caso di calamità o di particolare emergenza. Nel segno di una lunga tradizione che vede dal 1923 gli uomini in azzurro con passione e professionalità al servizio dell’Italia».

«Massima disponibilità da parte di tutta l’amministrazione comunale che si è attivata per favorire la diffusione della cultura della prevenzione e per testare il coordinamento tra tutti i soggetti coinvolti nell’esercitazione», ha aggiunto il sindaco Paolo Niccoletti.

In particolare sarà simulato il danneggiamento della struttura e la successiva ricerca dei dispersi con lausilio delle unità cinofile. Al termine dell’esercitazione gli studenti assisteranno al seminario, a cura degli operatori coinvolti, sulla gestione delle emergenze per formare e sensibilizzare la componente più recettiva della popolazione contribuendo a diffondere la cultura della prevenzione.