Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Sicurezza e viabilità, ecco di cosa si è parlato al Consiglio di quartiere di Osimo Stazione

Saranno intensificati i controlli al campetto dopo le segnalazioni dei residenti di danneggiamenti da parte dei ragazzini. Maxi opera in attesa resta il bypass

Osimo Stazione

OSIMO – Di sicurezza a tutto tondo e di viabilità si è parlato a Osimo Stazione che si è riunita per il Consiglio di quartiere e per fare il punto con sindaco e parte della Giunta su alcuni punti caldi che attanagliano la frazione. I residenti hanno espresso la necessità di un maggiore controllo del campetto dove spesso si verificano dei danneggiamenti da parte dei ragazzini.

Il comandante della Municipale Daniele Buscarini, presente all’incontro, ha assicurato che saranno intensificati i sopralluoghi. Grande attenzione è stata posta ai nuovi asfalti, per cui l’architetto Gabrielloni ha spiegato che via Fontanelle sarà sistemata entro l’anno. Non è mancato il punto di discussione sul bypass dell’Abbadia, richiesto da tanto tempo: il sindaco Simone Pugnaloni ha detto che c’è la necessità di un incontro apposito con gli abitanti del quartiere per confrontarsi sulla necessità di quest’opera molto onerosa, il cui importo raggiunge un milione di euro. Esposti da ultimo i risultati del sondaggio per il futuro dell’anfiteatro che campeggia al centro della frazione. La maggior parte degli intervistati ha chiesto che non venga eliminato, pur domandando una riqualificazione completa dell’area, una ristrutturazione della struttura con cancellazione del murales trasformando la zona in una sorta di parco giochi per bambini e magari anche attrezzi ginnici per un’area fitness. Si è discusso anche della necessità di un nuovo centro per le attività del Consiglio di quartiere e il primo cittadino ha proposto i locali della stazione ferroviaria, prendendo nuovamente contatti con Ferrovie dello Stato.

«Nel frattempo continua il servizio avviato dal 2015 dal Comune di Osimo per la pulizia delle strade in seguito ad incidenti che ne mettono a repentaglio la sicurezza. Nei giorni scorsi, dopo procedura con avviso pubblico, è stato stipulato un nuovo contratto di servizio per il ripristino delle condizioni di sicurezza stradale e di reintegro delle matrici ambientali compromesse da incidenti avvenuti nel territorio di propria competenza – aggiunge il sindaco Simone Pugnaloni -. L’accordo, raggiunto con l’affidamento mediante comparazione di più preventivi, è stato sottoscritto con la Sicurezza e ambiente srl di Roma ed avrà una durata di tre anni per un valore della concessione pari a 73mila euro, ma senza alcun onere a carico del bilancio, in quanto le spese per i singoli interventi verranno coperte dalla polizza assicurativa aperta dal Comune». L’azienda romana ha già esperienza nel settore, avendo svolto nel triennio antecedente all’accordo con Osimo diversi servizi di ripristino delle condizioni di sicurezza e viabilità post-incidente ed interventi di riparazione o fornitura e sostituzione di manufatti stradali, lavorando tra l’altro per i Comuni di Alessandria, Taranto, Milano e per la Provincia di Piacenza. La società ha inoltre annunciato di fornirsi, per lo svolgimento del servizio, di due imprese del territorio, la Comas e la Trasporti Ecologici Cirioni, entrambe osimane. Espletate tutte le procedure di controllo Anac e degli accreditamenti necessari, il segretario generale del Comune ha potuto dare ora efficacia al contratto di servizio.