Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Ritorno al Medioevo con la Contesa dello stivale

Dal 3 al 6 agosto a Filottrano la 38esima edizione della rievocazione storica che ricorda l'antica rivalità con i vicini osimani risalente al XV secolo. Ricco il programma della manifestazione

La Contesa dello Stivale a Filottrano

FILOTTRANO – Uno stivale, un fantoccio di paglia e un ignoto soldato di Osimo. Sono i tre “protagonisti” di una delle rievocazioni storiche più curiose e spettacolari d’Italia: la Contesa dello Stivale a Filottrano, la cui 38esima edizione avrà luogo dal 3 al 6 agosto. Quattro serate di festa in cui il fascino, le suggestioni e i colori tipici del XV Secolo rivivranno come per magia in ogni piazza e vicolo del centro storico.

La Contesa nasce infatti per ricordare l’antica rivalità con i vicini osimani risalente al XV secolo. Continui scontri di confine turbavano i rapporti fra Osimo e Filottrano, sinché nell’aprile del 1466 il Magistrato di Osimo decise di inviare una spedizione punitiva: furono catturati armenti e imprigionati alcuni nobili filottranesi. Durante la scorreria un osimano, nel fuggire, lasciò un suo stivale, che a Filottrano fu accolto come pegno della vittoria. Il fatto veniva ricordato dai giovani che in segno di scherno portavano in giro per il paese un fantoccio con lo stivale, che poi veniva bruciato fra lazzi e sberleffi. Sospesa nel 1468, la tradizione si rievoca ogni anno la prima domenica di agosto, con una corsa per contendersi lo stivale.

Per tutta la durata della manifestazione sono in programma la sfilata in costume di centinaia di figuranti, la corsa a staffetta tra le sette contrade cittadine, gli sbandieratori, gli spettacoli itineranti di musica e giullaria medievale, il mercatino a tema e la degustazione dei piatti tipici della tradizione locale. Il 3 e il 4 agosto i giochi medievali faranno rivivere la corsa delle oche, la presa del drappo, la corsa sui trampoli e il tiro alla fune, mentre il 5 e il 6 agosto in piazza Garibaldi sarà la volta dei mercatini medievali, dell’accampamento degli Armati, dello spettacoli dei Tamburi Coreografia, delle prove degli Sbandieratori e delle prove di tiro con l’arco con il Gruppo Arcieri S. Michele.

Spazio ai più piccoli, nella serata di sabato, con il corteo minicontesa, la minicontesa e la contesa juniores, mentre il gran finale è previsto domenica 6 agosto: già dalle ore 18 le Taverne Stivale, Marina, Monti, Storaco e Stimmate saranno aperte e pronte a servire le migliori ricette del territorio, mentre nell’imponente corteo storico oltre 500 figuranti tra donne, uomini e bambini sfileranno con i costumi d’epoca per le vie del centro storico; la giornata si concluderà con la 38esima edizione della “Contesa dello Stivale”, una corsa a staffetta al termine della quale la contrada vincitrice avrà l’onore di incendiare il fantoccio di paglia che rappresenta l’ignoto cavaliere osimano.