Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Osimo, riapre la piscina comunale

Sul fronte misure anti Covid, il protocollo prevede l’accesso con le mascherine, uscite contingentate, non più di sette persone per corsia e due metri di distanza

La piscina rinnovata
La piscina rinnovata

OSIMO – La piscina comunale di Osimo sta per riaprire. L’impianto della Vescovara tornerà “in vita” per il nuoto libero sabato 26 settembre dalle 10 alle 18. Vista l’eccezionalità dell’evento, il nuovo gestore Team Marche ha deciso, per la sola giornata di sabato, di fissare l’ingresso al prezzo di 1 euro. Domenica 27 invece l’open day di fitness.

È arrivata pure l’attrezzatura: «Dopo il successo dell’open day di sabato 19, dove sono venuti in tantissimi per iscriversi o chiedere informazioni», dicono dalla Team Marche. Le tariffe restano le stesse: lieve l’aumento degli ingressi singoli e al ribasso gli abbonamenti, con il 15% di sconto per il secondo componente della famiglia, il 35 per il terzo e il 50 per il quarto.

Sul fronte misure anti Covid, la società è rodata dagli altri due impianti riaperti che gestisce: il protocollo prevede l’accesso con le mascherine, uscite contingentate, non più di sette per corsia e due metri di distanza.

Il risparmio da bando, pari a 80mila euro per il Comune, sarà reinvestito, conferma il primo cittadino, dallo stesso per migliorare la piscina.
Ad iscrizioni finite ed acqua delle piscine a temperatura, l’amministrazione comunale organizzerà una festa per l’inizio della stagione 2020-2021. «Con me il vicesindaco Paola Andreoni, che aveva seguito in prima persona la questione del corso per i disabili. Entrambi davvero felici dell’impegno preso dal Team Marche nei confronti di questi ragazzi e delle loro famiglie – ha voluto precisare il sindaco Simone Pugnaloni -. La Team Marche con serietà, proponendo il suo progetto gestionale, vuole prima di tutto assumere tecnici ed amministrativi che lavoravano nell’impianto e che in larga parte sono osimani per mantenere inalterati i livelli occupazionali, anzi creando nuove posizioni».

A ottobre poi inizieranno i lavori del fotovoltaico per un nuovo impianto da circa 70 kw, opera di efficientamento energetico che permetterà risparmi nelle utenze finali.