Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Randagismo a Osimo, aumentano le adozioni con il “Magic box”

Il progetto portato avanti da "Amici animali onlus" è davvero fortunato: hanno trovato un nido sicuro cani non giovanissimi, timidi, di taglia grande, cani che avevano passato anni in canile senza incrociare lo sguardo di nessuno

OSIMO – «Ci prendono in giro, speriamo simpaticamente, con questo motivetto. Dicono che al “Magic box” ci sono tante adozioni perché li scegliamo tutti “facili da adottare” ma non è così e oggi, a distanza di qualche mese, lo possiamo confermare. Hanno trovato un nido sicuro cani non giovanissimi, timidi, di taglia grande, cani che avevano passato anni e anni in canile, senza incrociare lo sguardo di nessuno e proprio quando è arrivato il cucciolo Scotty, è stata adottata la più anziana, Cira, 13 anni. Questo vuol dire che le magie coinvolgono tutti: ci vuole serietà, costanza, responsabilità e passione. Ci vuole la caparbietà dei volontari, una buona organizzazione e la voglia di fare di più, ogni giorno. Tutto questo è il “Magic box” cui piace vincere difficile e lo dimostreremo ancora».
Le parole dei volontari che ogni giorno si spendono per salvare e far adottare tanti cuccioli lasciano poco spazio alle interpretazioni. Il Natale si avvicina, il freddo è già arrivato ma la passione e l’amore scaldano i cuori al “Magic box”, progetto osimano per svuotare i canili. «L’ambizione non ci manca e nemmeno i sogni. Il nostro è quello di veder chiudere i canili, di non sentire più storie di abbandoni, di cucciolate indesiderate, di persone che lasciano il loro amico fedele per i più tristi e futili motivi», continuano. I propositi erano più che buoni già un anno fa quando è iniziato il progetto targato “Amici animali onlus” di Osimo, una sfida e forse un modo originale di mettersi alla prova dopo tanti anni in prima linea e dopo aver visitato una per una tutte le strutture delle Marche comprendendo quello che funziona e quello che si potrebbe migliorare. «Il “Magic box” non è un semplice box ma uno spazio speciale in cui i cani, una volta arrivati, vengono coccolati, lavati, pettinati, rieducati, portati a passeggio e fotografati – continuano a raccontarci i volontari -. Un team di volontari come il nostro si mobilita per far uscire dall’anonimato occhi che non avevano visto e sentito nient’altro che il trascorrere dei mesi e l’abbaiare degli altri cani».
In quel box al canile di Osimo arrivano cani che non hanno molte speranze di adozione appunto ma, grazie alle cure, a oggi sono tantissimi quelli che hanno trovato una casa, cuccioli che nel box, dopo anni di canile, ci sono rimasti solo un giorno per poi ritrovarsi raggomitolati in una calda coperta sopra un divano. Quel gruppo di volontari non si vuole fermare, tenace più di prima ha capito che può fare di più contando sull’aiuto del buon cuore della gente.