Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Osimo, ecco le proposte per migliorare la pista ciclabile di Campocavallo

Alla riunione tra Comune e Amici della pista ciclabile si è parlato di parco giochi, cani al guinzaglio e parcheggio camper. E c'è l'idea di trasformare il laghetto comunale in un’oasi naturalistica

Un tratto della pista ciclabile di Osimo
Un tratto della pista ciclabile di Osimo

OSIMO – La pista ciclabile di Campocavallo di Osimo con tutta l’area verde attorno rappresenta un tesoro che la città cerca di rivalutare ogni stagione che passa. Rappresentanti del Comune e il gruppo Amici della pista ciclabile, i volontari che se ne prendono cura, si sono incontrati proprio in questi giorni in loco per un altro sopralluogo dopo i mesi “bui” dell’emergenza pandemica.
Tante le richieste sottoposte all’amministrazione comunale dai volontari per migliorare il grande patrimonio verde frequentatissimo dagli osimani e non solo. Presenti il sindaco Simone Pugnaloni e l’assessore all’Ambiente Michela Glorio per la giunta, Possanzini, Tavoloni e Bagnarelli per i volontari.

I temi trattati: dai cani al guinzaglio al parco giochi

In primis si è parlato della firma di un’ordinanza comunale per i cani al guinzaglio, dopo diverse segnalazioni da parte di persone che fanno jogging e che si sono sentite minacciate da cani anche sciolti. «L’amministrazione cittadina preferisce aumentare la sorveglianza e non fare l’ordinanza», hanno riportato i volontari.

Altro tema il parco giochi. A bilancio sono stati inseriti 18mila euro per la sua realizzazione ma manca ancora da individuare la zona precisa. La strada di prossimità, via Molino Giri, sarà finalmente asfaltata. I lavori partiranno ad agosto. Per quanto riguarda la nuova edicola religiosa in arrivo, finanziata con un contributo regionale, sarà realizzata a breve, nelle vicinanze dei servizi igienici.

Si è parlato anche del parcheggio camper che sarà creato nelle vicinanze del Centro ambientale Cea acquisendo l’area appositamente. L’amministrazione comunale provvederà anche all’acquisto di via Capanne (tratto privato). L’idea è attirare turisti e amanti dei percorsi “green” che potranno sostare in quell’area verde. E’ stata data disponibilità anche alla realizzazione di un parcheggio per ricarica delle auto elettriche.

Il laghetto comunale diventerà un’oasi naturalistica

Capitolo a parte il laghetto comunale. L’idea è di trasformarlo in un’oasi naturalistica. A fine estate il taglio dell’erba e tanti progetti a sostegno. L’illuminazione del nuovo tratto già in funzione sarà prolungata fino al parcheggio del parco Astea Verde energia.

Altra idea avanzata quella di creare una mostra fotografica e annullo filatelico, per cui il Comune ha dato disponibilità anche per un piccolo contributo. Si cercherà di coinvolgere il circolo fotografico e le associazioni naturalistiche. I lavori per la nuova ciclovia che porterà al mare partiranno presumibilmente nella primavera del 2022.